Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

No Green Pass, Lamorgese: "A Trieste non lavoratori ma estremisti da sgomberare"

  • a
  • a
  • a

La titolare del Viminale torna a parlare dei discussi metodi utilizzati contro i manifestanti No Green Pass nel capoluogo friulano. Dopo gli scivoloni che le sono stati addebitati nella gestione delle proteste a Roma, dove la troppa 'tenerezza' ha portato estremisti di destra ad assaltare la Cgil, un'altra gatta da pelare per Luciana Lamorgese, che è stata accusata di aver fatto l'esatto opposto a Trieste, sparando acqua dagli idranti su dei pacifici ed indifesi manifestanti

 

"A Trieste siamo stati criticati, ma non c’erano più lavoratori, erano frange estremiste arrivate da tutte le parti d’Italia e anche da fuori. I poliziotti non hanno usato manganelli. Ci sono interessi commerciali che vanno a incidere sulla città, con dei tir fermi che non riuscivano a entrare, dovevamo fare uno sgombero leggero per far ripartire il porto". Così Luciana Lamorgese al convegno La Sicurezza in Sicurezza (le sfide del futuro per un prospero e sereno sviluppo del Paese). "Il momento è stato complicato, l’abbiamo vissuto con grande sacrificio e responsabilità", ha aggiunto.

 

"È stato un periodo difficilissimo a tutti i livelli per le forze di polizia. Solo quest’anno abbiamo avuto 13.800 manifestazioni di cui oltre 5mila contro i provvedimenti del governo e anticovid circa 3.500-3.600. Ci rendiamo conto di come sia difficile per un poliziotto operare bilanciando i diritti, come quello a manifestare e quello alla salute ad esempio? Il giusto bilanciamento richiede grande professionalità per cercare di arrivare con fermezza alla risoluzione del conflitto". E per concludere, riguardo agli attacchi ricevuti: "Io affronto tutto con serenità non pensando a quello che casomai alcune parti politiche vengono a dire. Io sono un prefetto, sono cresciuta in questa amministrazione e metto tutto il mio impegno e la mia professionalità nel lavoro, non c’è valutazione esterna che possa incidere su quello che ognuno di noi è. Ho alle spalle anni di lavoro e di conoscenza dei problemi".