Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Draghi ai giovani: "A voi il compito di trasformare l'Italia, con un pizzico di incoscienza"

  • a
  • a
  • a

La scuola è un cardine nell'operato del governo, specialmente alla luce dei nuovi fondi europei in arrivo dal Pnrr. Tante le riforme al vaglio, dal potenziamento delle strutture al miglioramento dei servizi didattici, alla stabilizzazione dei tanti precari.  "Investiamo circa 1 miliardo e mezzo di euro per dare ulteriore slancio agli Its. E favorire l’inserimento nel mondo del lavoro". Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso del suo intervento  nel’Istituto tecnico superiore ’Antonio Cuccovillo' di Bari, parlando del Piano di Ripresa e Resilienza.

 

 

"La riforma degli Its, attualmente all’attenzione del Senato dopo l’approvazione alla Camera, intende allineare la formazione tecnica superiore alle aree tecnologiche del futuro, come la mobilità sostenibile e le biotecnologie. Vogliamo sia approvata definitivamente nel 2022, insieme alla riforma degli istituti tecnici e professionali" ha continuato il premier. "Inoltre - ha aggiunto - dobbiamo incrementare il numero di iscritti Its al Sud. L’istruzione tecnica all’avanguardia è essenziale per ridurre la disoccupazione giovanile che nel Mezzogiorno è molto più alta della media italiana ed europea". 

 

 

"A voi giovani spetta il compito di trasformare l’Italia. Il nostro compito è mettervi nelle condizioni di farlo. Il vostro è cominciare a immaginare il Paese in cui vorrete vivere. Preparatevi a costruirlo, con passione, determinazione e, perché no, un pizzico di incoscienza" ha detto Mario Draghi, aggiungendo che "negli ultimi mesi, ogni volta che ho avuto occasione di incontrare dei giovani, sono rimasto colpito dal loro idealismo, dalle loro capacità, dalla loro dedizione. Penso ai giovani diplomatici che mi hanno accompagnato durante la mia visita a Tripoli" ma anche "ai medici e agli infermieri che ho conosciuto a Bergamo e al centro vaccinale di Fiumicino. Ai campioni dello sport che ho avuto il piacere di ricevere a Palazzo Chigi". E poi arriva la promessa: "Con tutti voi, voglio prendere un impegno. Dopo anni in cui l’Italia si è spesso dimenticata delle sue ragazze e dei suoi ragazzi, sappiate che le vostre aspirazioni, le vostre attese, oggi sono al centro dell’azione del Governo".