Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Economia, raggiunto maxi-accordo fra Ivs Group e Liomatic: saranno un'unica realtà

  • a
  • a
  • a

Un importante accordo strategico che coinvolge in prima persona un'azienda top in Umbria e in Italia nel mondo del vendingIVS Group, leader italiano e secondo operatore europeo nel vending e Cafim S.r.l., società della famiglia Caporali e azionista di controllo del gruppo Liomatic (con l’81% circa), hanno sottoscritto un'intesa finalizzata alla creazione di un'unica realtà, che rafforzerà le leadership di ciascuna delle parti nelle regioni di originaria presenza, a livello nazionale e internazionale. "La Business Combination si propone di mettere a fattor comune le migliori best practices che IVS e Liomatic hanno sviluppato - si legge in una nota - nel corso delle loro lunghe storie aziendali di successo: dalla gestione operativa, all’ottimale copertura dei territori di rispettiva presenza; dai più avanzati sistemi di Information Technology e di pagamento, all’applicazione dei migliori principi ESG, su cui Liomatic è stata uno dei precursori tra le aziende italiane nel settore del vending".  Le due entità rappresentano, secondo alcune fonti, circa il 20% del mercato vending Italia (circa 14% IVS + 4% Liomatic), in Spagna si candidano a secondo maggiore operatore e mettono le basi per lo sviluppo in Portogallo e Germania ( IVS è già in Francia e Svizzera). Il completamento di tutti i passaggi per il perfezionamento della Business Combination, incluso l’avvio di una Confirmatory Due Diligence, è previsto a inizio 2022

 

 

Dalla Business Combination nascerà un gruppo che nel 2020 ha sviluppato oltre 700 milioni di consumazioni e più di 1 miliardo nel 2019 pre Covid, con oltre 260.000 distributori installati, 3.400 dipendenti e una quota di mercato nel vending in Italia nell’ordine del 17-18%. Il fatturato consolidato 2019 (pro-forma) risultante dalla Business Combination era pari circa 607 milioni di Euro; quello 2020, fortemente influenzato dagli effetti della pandemia, pari a 439 milioni di Euro.  Le attività del gruppo Liomatic includono anche la principale organizzazione italiana nella rivendita di prodotti a operatori del vending, con un fatturato di oltre 50 milioni di Euro. Il valore delle attività operative (Enterprise Value) attribuito a Liomatic è di circa 150 milioni di Euro, al lordo dei debiti finanziari e al netto delle partecipazioni di minoranza non consolidate e degli immobili.   

 

 

Liomatic, fondata da Paolo Caporali nel 1973, è da oltre 50 anni uno dei principali operatori nel settore del vending, con sede a Perugia  ed una presenza consolidata soprattutto nelle regioni dell’Italia centrale. Il gruppo Liomatic opera in Italia, Spagna, Portogallo e Germania, mentre IVS Group è presente in Italia, Spagna, Francia e Svizzera. Il fatturato consolidato di Liomatic nel 2020 è stato pari a Euro 109 milioni e nel 2019 pari a Euro 144 milioni. Quello di IVS, pari a 463 milioni nel 2019 e 330 mln nel 2020. L'accordo strategico funzionerà così: la famiglia Caporali reinvestirà una parte preponderante - circa il 70% - del corrispettivo pattuito per la cessione, diventando così uno dei principali azionisti, con una partecipazione compresa l’11% e il 13%, di IVS Partecipazioni S.p.A. (che controlla IVS Group). Paolo Caporali entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di IVS Group.  IVS Group, a sua volta, delibererà e lancerà un aumento di capitale, offerto in opzione al mercato e che sarà sottoscritto, almeno pro-quota, da IVS Partecipazioni. 

 

 

Per Paolo Caporali, fondatore e AD di Liomatic: “E’ un grande onore essere stati scelti dal Gruppo IVS come partner in un progetto di sviluppo del nostro settore. Vediamo quindi grandi potenzialità di miglioramento sia del servizio offerto su scala nazionale e internazionale, che di spinta ai temi di sostenibilità e valorizzazione del capitale umano, da sempre asset chiave della nostra strategia aziendale. L’investimento che la famiglia Caporali sottoscrive nell’azionariato di IVS Partecipazioni testimonia la volontà di continuità e di condivisione di questo grande progetto di aggregazione. Secondo Antonio Tartaro, Co-CEO di IVS Group, “l'accordo con la famiglia Caporali è un passaggio essenziale dell’inevitabile processo di consolidamento nel settore del vending, in cui avrà successo chi saprà offrire alla clientela servizi innovativi e sempre migliori. L’unione di due eccellenze come IVS e Liomatic, aumenterà risultati e capacità di sviluppo, guardando anche alla crescente digitalizzazione, con investimenti finalizzati".