Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bufera social su Alessandro Barbero: "Gap salariale? Le donne sono insicure e poco spavalde"

  • a
  • a
  • a

E' bufera social contro Alessandro Barbero, lo storico e medievista reo di aver rilasciato alcune dichiarazioni alla Stampa che sono state da molti considerate poco garbate nei confronti del popolo rosa. In tema di gap salariale, il re del Podcast si è infatti espresso con toni che non sono piaciuti alla comunità di Twitter, tanto che l'hashtag #barbero è quasi subito diventato un trend topic virale. Dopo le critiche ricevute per l'adesione convinta al manifesto contro il Green Pass nelle università, dunque, il mite medievista, finora intoccabile e osannato in modo trasversale per la sua immensa capacità di divulgare la storia in modo accattivante ed accessibile, si ritrova un'altra gatta da pelare

 

"Se il prof Barbero vuole conoscere una donna aggressiva può parlare con me dopo che ho letto le sue parole". Lo scrive in un tweet l’eurodeputata Pd, Pina Picerno. Il post dell’esponente democratica rimanda a quanto detto da Barbero nel corso di un’intervista uscita oggi su "La Stampa", nel quale lo storico, a proposito del gap salariale tra i due sessi e della difficoltà per le donne di arrivare al potere, ha dichiarato: "Vale la pena chiedersi se non ci siano differenze strutturali tra uomo e donna che rendono a quest’ultima più difficile avere successo in certi campi. È possibile che, in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sè che aiutano ad affermarsi? Credo sia interessante rispondere a questa domanda". 

 

Ma le critiche non arrivano solo da sinistra: ci pensa anche Fratelli d'Italia a rincarare la dose. "Le differenze tra uomo e donna esistono ed è banale ripeterlo, ma dire che essere donne equivale a essere insicure è una stupidaggine. Se poi essere spavaldi significa dire stupidaggini è meglio non esserlo. Se queste poi sono le ’differenze strutturali' a cui il professore Barbero si riferisce evidentemente siamo di fronte a un pensiero retrogrado su cui invitiamo il confronto". Lo dice la deputata di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli in risposta all'intervista di oggi. "Barbero venga a dibattere con noi dei temi di disparità salariali, professionali e di carriera, sui tempi del lavoro, sui servizi alla famiglia, sulle reti di sostegno alla genitorialità, sul merito, sulla possibilità di coniugare studio a militanza fin da giovanissime, sui costi della politica in una nazione in cui lavorano ancora troppe poche donne - aggiunge - Siamo orgogliosi di essere l’unico partito che ha come leader una donna e non per ragioni di genere ma per merito, unico concetto che manca purtroppo quando si vogliono dare lezioni in rosa".