Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arcuri, l'attacco di Giorgia Meloni: "Grazie a noi è stato sostituito". Poi la stoccata: "Emerge tutto a fine voto..."

  • a
  • a
  • a

"Apprendiamo dalla stampa che l’ex commissario Arcuri è stato indagato e ieri ascoltato lungamente dalla Procura. Voglio rivendicare e ricordare che FdI da mesi pone le vicende di una gestione che ha molti lati poco chiari, sui quali abbiamo chiesto la massima chiarezza. Per diversi mesi siamo stati insultati per aver chiesto questa chiarezza e oggi mi aspetto che tutti quelli che invece di aiutarci a fare trasparenza su miliardi di euro degli italiani, hanno preferito attaccarci. Oggi mi aspetto le scuse di tutti quanti". Parole della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nel corso di una conferenza stampa indetta nella sede del partito. La deputata, dunque, fresca di sconfitta alle amministrative come tutta l'area di centrodestra, rivendica  le intuizioni del suo blocco politico durante le prime fasi della pandemia da Coronavirus

 

 

"Mascherine, banchi a rotelle, non solo il governo, ma anche gli Enti locali. La regione Lazio ha stanziato 35 milioni di euro per 9 milioni e mezzo di mascherine consegnate, 1 milione e 400 mila pezzi di mascherine, per un totale di 11 milioni di euro buttati dalla regione Lazio". Lo ha denunciato la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, nel corso di un punto stampa nella sede del partito. "Fratelli d’Italia pubblicherà a breve un dossier in merito la gestione commissariale della pandemia", ha affermato. "Chiedo a tutti i partiti di politici di approvare la proposta di Fdi, che giace in Parlamento da febbraio, per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulla gestione commissariale durante l’epoca Covid. Mi aspetto una risposta ufficiale da tutti i partiti: voglio capire chi vuole andare avanti fino in fondi e chi, invece, vuole girarsi dall’altra parte e gettare fango e basta".  

 

Infine Meloni rivendica il merito del proprio partito nell'operare per la sostituzione di Arcuri con il generale Figliuolo: "Fratelli d’Italia lo scorso marzo pubblicò un dossier sulle questioni che non tornavano sulla gestione commissariale portandolo all’allora presidente incaricato Mario Draghi. Abbiamo avuto un ruolo nella sostituzione del commissario Arcuri. Mi pare che ci dia ragione anche la magistratura, che ritiene sia necessario fare chiarezza su molti aspetti" ha concluso. Non prima di evidenziare via Facebook una curiosa coincidenza: l'indagine esplode solo dopo che le elezioni amministrative si sono concluse