Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 1.597 nuovi casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%. In aumento ricoveri e terapie intensive

  • a
  • a
  • a

Sostanzialmente stabili i dati legati al bollettino da Covid, nella giornata di lunedì 18 ottobre, diffuso come sempre dal Ministero della Salute. Sono 1.597 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in calo rispetto a domenica 17 quando erano 2.437. I tamponi sono 219.878 e il tasso di positività è quasi stabile allo 0,7 per cento, mentre domenica 17 era allo 0,6 per cento. I morti sono 44 (domenica erano 24) per un totale di 131.585 vittime dall’inizio della pandemia. Questo quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sul Covid 19.

 

 

I ricoveri sono in aumento: le terapie intensive sono 9 in più con 26 ingressi del giorno e salgono a 358. I ricoveri ordinari sono 42 in più, per un totale di 2.428. A livello territoriale, la regione che registra più casi lunedì 18 ottobre è la Sicilia (260), seguita da Emilia Romagna (209) e Lazio (202). I guariti sono 2.756 (domenica erano 2.913), per un totale di 4.511.545 dall’inizio della pandemia. In calo il numero degli attualmente positivi. Lunedì 18 ottobre sono 1.206 in meno per un totale di 76.363. Di questi, 73.577 sono in isolamento domiciliare.

 

 

Intanto il virologo Fabrizio Pregliasco si è espresso così sui dati del contagio e sugli scenari futuri: "I pranzi di Natale numerosi sarebbe meglio rimandarli all’anno prossimo. Meglio fare su Zoom o Skype, come stiamo facendo adesso", così il virologo docente all’università Statale di Milano, ospite di Un giorno da pecora su Rai Radio1, ha risposto alla domanda su quale Natale si immagina e se sarà possibile passare le feste di Natale come si facevano prima del Covid.