Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Ricciardi: "In inverno avremo più casi e morti, ma ora siamo attrezzati"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Con l’inverno "avremo un aumento dei casi di Covid. E anche dei decessi, ma non ci saranno i numeri drammatici che abbiamo visto in precedenza", spiega Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all’università Cattolica di Roma. Ora "il sistema è attrezzato per consentirci di non rientrare in uno stato di pericolo come quello che abbiamo vissuto nelle precedenti ondate. È chiaro che con il freddo, con il fatto che si sta in luoghi chiusi, con la trasmissione, soprattutto intra-familiare, ci saranno più contagi. I punti più critici sono le scuole e la famiglia", aggiunge.

 

Insomma, non siamo ancora alla fine del tunnel per quanto riguarda la parte sanitaria, "ma possiamo dire di esserlo a livello sociale - precisa Ricciardi - La copertura vaccinale che abbiamo e il Green pass ci consentono di affrontare diversamente questa pandemia", almeno per quanto ci riguarda, perché il problema non è superato. "In alcuni Paesi la situazione è ancora più drammatica della prima ondata", osserva l’esperto.

 

E anche da noi, "avendo una platea di non vaccinati, ci sarà un problema per molti, ma sarà un problema individuale", sottolinea Ricciardi, ricordando che il Green pass rappresenta uno strumento fondamentale per la ripresa della vita sociale. "La Danimarca, avendo introdotto il certificato verde ad aprile, molti mesi prima di noi - rimarca - oggi ha una vita pressoché normale, con tutte le attività aperte, senza particolari restrizioni. Noi siamo avviati, se continuiamo così, verso quella strada".