Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salvini sui cortei No Green Pass: "Non confondiamo cento criminali con la protesta di famiglie pacifiche"

  • a
  • a
  • a

"Sono rimasto impressionato da Piazza del Popolo, c’era una mare di gente". Così Matteo Salvini, leader della Lega, parlando della manifestazione no Green pass di ieri a Roma: "Non togliamo il diritto di vivere, criticare a milioni di italiani, ce ne sono 8 milioni che non sono vaccinati e non hanno il Green pass, non entro nel merito del perché, ma hanno diritto di parola anche loro" ha aggiunto. "Non si può impedire a quelle persone di manifestare, non mischiamo quelle famiglie con quei cento criminali", perché "ieri a Roma e Milano c’erano tante famiglie, bambini con i palloncini, che non possono essere messi sullo stesso piano di chi urla e spacca". Bisogna garantire "il diritto a manifestare pacificamente per qualunque idea, come sta avvenendo in questi giorni in tante città", chiede il leader del Carroccio.

 

 

Poi un analisi più approfondita sulle manifestazioni, con un attacco a Luciana Lamorgese: "Se qualcuno ha sbagliato deve pagare. I violenti devono pagare per quanto avvenuto a Roma, ma anche i Ministri incapaci devono rispondere della loro assenza" ha dichiarato Salvini in una diretta Facebook. "È stato arrestato Castellino, estremista di destra, aveva DASPO e braccialetto elettronico e divieto di partecipare a manifestazioni pubbliche eppure ieri era lì con il microfono e davanti a migliaia di persone. Avevano chiesto l’arresto per due volte e il giudice aveva detto no. Eppure ieri era lì a sproloquiare. Possibile che nessuno se ne sia accorto?" si chiede il senatore leghista. 

 

 

"Ho fatto il Ministro dell’Interno e qualunque cosa accadesse era colpa mia. Era sempre colpa mia. Ora: se questo estremista di destra era tranquillamente in piazza del Popolo, chi glielo ha permesso? Chi non lo ha impedito? Chi è attuale ministro dell’Interno? Ha fatto tutto quello che poteva e doveva? O è incapace, inadeguato, impreparato oppure anche peggio" ha attaccato Salvini. "A chi è convenuto che ieri una manifestazione finisse in vacca per colpa di 100 criminali e delinquenti che potevano e dovevano essere individuati e fermati? Il Ministro ne sapeva qualcosa? Se non lo sapeva è grave. Se sapeva e non ha impedito, cui prodest? I latini si chiedevano:a chi giova? Spero non ci siano secondi fini. Chiederemo conto al Ministro dell’Interno cosa ha fatto e non fatto", ha concluso Salvini.