Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assalto a sede Cgil da Forza Nuova e No Green pass, polizia ferma il corteo a Palazzo Chigi

  • a
  • a
  • a

Guerriglia a Roma, con scene di tensione tra manifestanti no Green pass e polizia. Alcuni continuano a gridare "libertà", poi insulti a politici, sindacati e giornalisti, tra fumogeni, bandiere tricolori e saluti romani, con molti esponenti di Forza Nuova. Dopo essersi radunati a Piazza del Popolo, in circa diecimila si sono spostati come un'onda, con la polizia in tenuta antisommossa che non è riuscita a contenere l'urto indietreggiando.

 

 

La folla ha quindi preso a calci i blindati, lanciando sedie contro le forze dell'ordine. I poliziotti hanno risposto con manganellate e non solo, con gli scontri che si sono spostati pure nelle zone vicino a Palazzo Chigi e al Parlamento. Assaltata inoltre la sede romana della Cgil. Nel corso della protesta ci sono stati momenti di tensione e "sono stati utilizzati lacrimogeni e idranti per disperdere i gruppi violenti".

 

 

Una manifestante con una ferita alla testa si è avvicinata alla polizia per mostrare il sangue sul volto. Ad avvicinarsi alle forze dell’ordine anche il leader romano di Forza nuova, Giuliano Castellino, che ha protestato per il blocco del corteo. Un altro manifestante si è inginocchiato per strada. 

 

 

Dopo cariche e lancio di lacrimogeni e getti di idranti da parte delle forze dell’ordine, i manifestanti sono arretrati di qualche decina di metri lungo via del Tritone e via del Corso. Intanto in una nota è intervenuta la stessa Cgil: "La nostra sede nazionale, la sede delle lavoratrici e dei lavoratori, è stata attaccata da Forza Nuova e dal movimento no vax. Abbiamo resistito allora, resisteremo ora e ancora. A tutti ricordiamo che organizzazioni che si richiamano al fascismo vanno sciolte", questo quanto si legge sul profilo twitter della Cgil. I blindati delle forze dell’ordine sono tuttora posizionati a protezione di Palazzo Chigi e presidiano la zona anche del Parlamento. Altro scontri sono avvenuti anche a Milano.