Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'ira di Giorgia Meloni: "Non chiedo scusa a chi i conti con il proprio passato non li ha mai fatti"

  • a
  • a
  • a

"Nel Dna di Fratelli d’Italia non ci sono nostalgie fasciste, razziste, antisemite. Non c’è posto per nulla di tutto questo. Nel nostro Dna c’è il rifiuto per ogni regime, passato, presente e futuro. E non c’è niente nella mia vita, come nella storia della destra che rappresento, di cui mi debba vergognare o per cui debba chiedere scusa. Tanto meno a chi i conti con il proprio passato, a differenza di noi, non li ha mai fatti e non ha la dignità per darmi lezioni". Così Giorgia Meloni intervistata dal Corriere della Sera. 

 

 

La deputata e leader di Fratelli d'Italia interviene dunque per fare chiarezza sulle "accuse" di ammiccare troppo a un certo elettorato vetero-fascista, o comunque di avere in seno al proprio partito alcuni esponenti che non si sono mai completamente distaccati da quell'immaginario. Il tutto a pochi giorni dall'esplosione del c.d. "Caso Fidanza" che ha coinvolto un europarlamentare FdI dopo un'inchiesta di Fanpage per cui c'è stata più di una frizione fra il conduttore di PiazzaPulita, Corrado Formigli, e Meloni stessa. I due si sono criticati a distanza con molta forza: per Formigli, Meloni non ha adeguatamente condannato quanto ripreso dalla trasmissione, mentre la leader FdI pretende il girato integrale. 

 


" Il 'pericolo nero', guarda caso, arriva sempre in prossimità di una campagna elettorale...", aggiunge Meloni. E in merito all’inchiesta di Fanpage, "quella più arrabbiata sono io. Io che ho sempre detto 'nessuno si azzardi a giocare su certe cose', che ho allontanato soggetti ambigui, chiesto ai miei dirigenti la massima severità su ogni rappresentazione folkloristica e imbecille, anche con circolari ad hoc. Perché i nostalgici del fascismo non ci servono: sono solo utili idioti della sinistra, che li usa per mobilitare il proprio elettorato. Si è chiesta perché mentre noi marginalizziamo questa gente, la sinistra la valorizza, dandole un peso che non ha mai avuto?".