Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola, il ministro Bianchi: "Entro novembre bandi per 5 miliardi"

  • a
  • a
  • a

Per la scuola è arrivato il momento della svolta. "Siamo pronti per fare entro novembre 2021 bandi per 5 miliardi per sostenere questa ripartenza del Paese. Tre miliardi per asili nido e scuole dell’infanzia, 400milioni per le mense scolastiche, 300 milioni per le palestre scolastiche, 800 milioni per le scuole nuove, la messa in sicurezza del patrimonio scolastico esistente per 500 milioni . Quindi 5 miliardi che simo in condizione di mettere a bando subito" ha annunciato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi nella conferenza stampa dopo il Cdm sulla cabina di regia per il Pnrr.

 

 

Il ministro ha quindi illustrato l’articolazione degli investimenti, una grande attenzione agli asili nido e alle scuole dell’infanzia. "In particolare agli asili nido proprio per il principio del permettere una effettiva eguaglianza di genere in tutti i comparti, quindi i servizi per la prima infanzia sono fondamentali e li abbiamo come Paese più ritardi rispetto alle scuole dell’infanzia. Le Palestre, fondamentali per un sistema effettivo di tempo pieno in tutti il Paese, la messa in siscurezza delle scuole, le scuole nuove, la scuola 4.0 per avere tutte le scuole dotate al meglio di tutti gli strumenti" ha spiegato. E poi, ha proseguito, "il tempo pieno, la riduzione dei divari territoriali, la riforma degli Its, la didattica digitale integratala formazione digitale di tutto il personale e le nuove competenze e nuovi linguaggi. Siamo pronti per fare entro novembre 2021 bendi per 5 miliardi per sostenere questa ripartenza del Paese".

 

 

 "Abbiamo chiaro che dobbiamo assistere coloro che saranno poi gli esecutori conclusivi, che sono i Comuni. Faremo quanto prima, con la ministra (Maria Stella) Gelmini, un approfondito necessario passaggio in Conferenza delle Regioni. Però abbiamo approntato anche insieme con la Cassa Depositi e Prestiti un piano per il sostegno dei Comuni, che soprattutto per quanto riguarda gli asili nido saranno gli interpreti" - ha aggiunto Bianchi.