Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, "green pass illegittimo, mio padre non è d'accordo con me" racconta il vice questore Schillirò

  • a
  • a
  • a

"Il green pass per me è illegittimo perché viola la nostra Costituzione, e io ho giurato sulla Costituzione. Quindi su quel palco non esercitavo solo un diritto, per me era anche un dovere" spiega il vice questore Nunzia Alessandra Schillirò ospite a Non è l’Arena, la trasmissione di attualità condotta su La7 da Massimo Giletti (IL VIDEO).

 

 

"Esiste un articolo, il 54, che dice che chi esercita una funzione pubblica ha il dovere di rispettarla. Una delle costituzioni più belle al mondo. I padri costituenti nella prima parte hanno stilato i diritti che ti spettano come essere umano" affonda la poliziotta. Secondo il vice questore "il green pass non è compatibile con la Costituzione e non ha fondamenti scientifici. Oggi sappiamo che i dati che arrivano dall’Australia, dalla Gran Bretagna, da Israele dicono che il vaccino non immunizza. L’Iss ha detto recentemente che i vaccinati si ammalano e contagiano". Inoltre, aggiunge, "il diritto al lavoro non può essere limitato da una tessera".

 

 

Un dettaglio curioso: il padre della poliziotta è un medico. "Mio padre è un medico e non è d’accordo con la mia linea, non la comprende, ma io vado avanti perché ho giurato sulla Costituzione", dice Schillirò. Poi la stilettata al ministro Lamorgese: "La ringrazioe per avermi dato tutta questa importanza, non penso di averla. Sono una persona comune, che rispetta la Costituzione e crede nello Stato e nelle istituzioni. "Lo rifarei. Non solo devo rispettare la Costituzione, ma questa è una battaglia per le libertà. Se sarò punita, non siamo in democrazia. Tanti miei colleghi credono in me, non posso abbandonarli" conclude annunciando di andare avanti nella sua battaglia.