Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Salvini: "Tutta Europa riapre, Draghi spieghi perché noi no. Se imponi il Green Pass devi riaprire tutto"

  • a
  • a
  • a

"Tutta Europa sta vaccinando e riaprendo, l’Italia è uno dei Paesi più vaccinati d’Europa ma qualcuno si ostina a limitare le riaperture". A dirlo è il segretario della Lega, Matteo Salvini, rispondendo a una domanda nel corso di un sopralluogo nelle case popolari di via de Predis a Milano. "Se tu chiedi il green pass - aggiunge - devi riaprire tutto in piena capienza: cinema, musei, teatri, stadi, sale da ballo e discoteche. Stiamo togliendo il diritto al lavoro a 300 mila persone e un diritto a un divertimento sano e sicuro a giovani e anziani. Non capisco dove sia il pregiudizio ideologico che sta causando un danno sociale e morale a milioni di italiani per chi si ostina, solo in Italia, a vietare il ballo a giovani e anziani. Vorrei capire da Speranza e da Draghi perchè no. Tutta Europa riapre e noi no. Se tu imponi il vaccino e il green pass - conclude - il diritto al lavoro lo devi garantire a tutti". 

 

Ospite a TeleLombardia, il leader del Carroccio ha affrontato vari temi, dalle imminenti elezioni amministrative in molte città d'Italia ai presunti dissidi interni alla Lega con l'ala governista e moderata rappresentata dal ministro del Mise Giancarlo Giorgetti. "Non leggo i giornali, ma non esiste alcun dibattito interno, nella Lega e nelle piazze, a me i giochini politici in Europa interessano zero". ha detto rispondendo a una domanda sui rapporti con il vicesegretario della Lega. "Se qualcuno - sottolinea - pensa che la Lega deve occuparsi di pezzi di paese dico no, l’Italia vince insieme, da Nord a Sud, io la campagna lettorale la chiudo a Catanzaro, io le sfide non posso affrontarle solo da Milano a Firenze". "La Lega prende al nord il 50%, ma vincere in Calabria è una gioia, non tornerò mai indietro", ha dichiarato. 

 

 

E sul voto a Milano: "Il voto di domenica e lunedì decide quali partiti andranno in consiglio comunale, è importante, poi sono sicuro che il sindaco si decide il 17 ottobre, al ballottaggio"