Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gli eco attivisti di Extinction Rebellion occupano pacificamente la sede di Libero a Milano

  • a
  • a
  • a

I colleghi di Libero danno notizia di un sit-in del gruppo ecoambientalista Extinction Rebellion nella propria redazione: "Blitz dei giovani ambientalisti di Extinction Rebellion nella redazione di Libero a Milano, e nelle sedi di alcune delle più importanti testate giornalistiche italiane. Gli eco-attivisti hanno occupato fisicamente le hall di tv, giornali e radio (da Sky Italia, al Sole 24 Ore, dalla Repubblica a La Stampa, dal Corriere della Sera a Open, Il Fatto Quotidiano, Radio 101, Radio 105 e Virgin Radio) per diffondere pacificamente un messaggio fortissimo: 'Codice rosso per l'umanità: il clima è già cambiato. Aiutateci a raccontarlo'. 'Non si tratta di un attacco, ma di un appello: dobbiamo tutti fare qualcosa', ci hanno spiegato i ragazzi, nel corso del loro sit-in" si legge. 

 

Nei prossimi giorni, proprio il capoluogo Lombardo ospiterà i delegati dei 40 paesi al mondo che parteciperanno agli incontri della PreCOP, il meeting internazionale chiamato a decidere delle sorti della  lotta al Global warming e al clima impazzito. La vera è propria COP26 (incontro annuale dell'Onu sul clima) si terrà a Novembre a Glasgow, ma sono previste tre giornate preparatorie nell'appuntamento meneghino a partiredal 30 settembre. Intanto continuano i lavori di Youth4Climate, a cui sta partecipando anche Greta Thunberg: il gruppo di circa 400 giovani presenterà proprio nella giornata di domani un documento ai ministri presenti alla PreCOP (Roberto Cingolani in testa). 

 

 

"Dal 1995 ad oggi si sono tenuti altri 25 incontri  - accusano i membri di Extinction Rebellion in un comunicato  - e le emissioni hanno continuato ad aumentare. I media possono giocare un ruolo centrale in questa crisi, favorendo un discorso pubblico che metta al centro la più grande crisi che l’umanità si sia mai trovata ad affrontare e portando alla luce le responsabilità politiche e le evidenze scientifiche".