Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 3.099 nuovi casi e 44 morti: i dati del bollettino di oggi

  • a
  • a
  • a

Oggi in Italia si registrano 3.099 nuovi casi Covid, in calo rispetto a ieri quando si erano attestati a 3.525. Giù anche i decessi: 44 in luogo dei 50 del giorno prima. Sostanzialmente stabile il tasso di positività: con 276.221 tamponi (ieri erano stati 357.491) si attesta all’1,1% a fronte dell’1% di ieri. Il totale dei decessi 130.697, i casi totali 4.660.314. Gli attuali positivi 102.244, -330. I guariti 4.427.373, +3.385. La Sicilia è la regione con più nuovi casi, 422; seguono l’Emilia Romagna, 340; il Veneto, 316; la Lombardia, 304; la Campania 282 e il Lazio 272. I ricoverati con sintomi sono 3.435, 62 in meno; di cui 483 (+2) in terapia intensiva, 22 gli ingressi del giorno. Questo quanto emerge dal bollettino quotidiano del Ministero della Salute.

 

 

Migliora anche la situazione a livello regionale: secondo l’ultimo monitoraggio della Cabina di regia, quasi tutte le regioni sono classificate a rischio epidemico basso e a oggi nessuna di queste andrebbe in zona gialla, tranne la Sicilia che si trova già in giallo, ma è scesa sotto le soglie previste per restarci (14% di occupazione dei reparti non critici e 9% per le terapie intensive. La Calabria ha superato la soglia del 15% dei reparti non critici (è al 17%), con l’incidenza di poco sopra la soglia, ma in diminuzione e le terapie intensive al 7%. Marche e Provincia di Bolzano invece superano la soglia del 10% per le terapie intensive, rispettivamente al 10% e al 12,5%. Secondo l’ultima stima dell’efficacia dei vaccini contro il Coronavirus da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, si osserva una forte riduzione del rischio di infezione nelle persone completamente vaccinate rispetto a quelle non vaccinate.

 

In media, la diagnosi viene abbattuta del 77%, l’ospedalizzazione del 93% e il ricovero in terapia intensiva e decesso del 95%. Ad esempio, il rischio di morte per Covid-19 negli over 80 non vaccinati è 14 volte più elevato. In questa fascia di età, le ospedalizzazioni dei non vaccinati negli ultimi 30 giorni sono state nove volte superiori a quelle dei vaccinati (251,8 contro 28,9 ricoveri per 100.000 abitanti). In più, i ricoveri in terapia intensiva degli over 80 non vaccinati sono stati undici volte superiori rispetto ai vaccinati (1,4 contro 15,5 per 100.000 abitanti), mentre i decessi dei non vaccinati sono stati 14 volte in più rispetto ai vaccinati con ciclo completo.