Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mps, Salvini: "Convocheremo Padoan in Parlamento, Siena sta vivendo un momento scandaloso"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

"Il centrodestra è la maggioranza del paese, abbiamo migliaia di comuni e 14 regioni su 20. Siamo uniti, noi siamo uniti a Roma e a Milano. I problemi e le divisioni stanno a sinistra". Così il segretario federale della Lega Matteo Salvini partecipando all’evento del Carroccio a chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco di Roma del centrodestra, Enrico Michetti, in largo Ambrogio Brambilla a Tor Bella Monaca. Con una puntualizzazione: "Qui si vota per i sindaci, le elezioni politiche quando saranno decideranno chi sarà il premier". 

 

Da qui il senatore leghista ha preso spunto per parlare di Siena, sia per quanto riguarda le elezioni suppletive alla Camera che per lo spinoso caso della Banca Monte dei Paschi, lanciando un duro attacco all'ex ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan, attualmente presidente di Unicredit: "Questa è una prova per eleggere un parlamentare dignitoso a Siena che sta vivendo un momento scandaloso. Noi convocheremo in Parlamento l’ex ministro Padoan, ex parlamentare e attuale presidente di Unicredit, prima del voto perchè c’è il destino di una banca, Mps, con 20 mila dipendenti in sospeso per le elezioni. Vogliamo capire se c’è qualcuno che vuole svendere la banca più antica del mondo e fare un favore all’amico dell’amico". 

 

 

"Siamo curiosi di sapere da Padoan, regista dell’operazione, da Consob e dalla Banca d’Italia cosa pensa dell’ipotesi di svendita e di massacro di questa banca, visto che si vota anche a Siena - ha detto Salvini - Il parlamento è chiuso? C’è sempre un modo per farsi sentire. Noi abbiamo scoperto il 29 luglio che c’era una trattativa tra Unicredit e MPS a spese degli italiani. Me la compro io, perchè Unicredit avrebbe pagato 10 miliardi per comprarsi una banca, son buoni tutti. È una follia e vorrei sapere cosa ne pensano Padoan, Consob, Banca d’Italia e il presidente Draghi e il ministro dell’economia perchè non vorrei avere brutti scherzetti la settimana dopo il voto", ha aggiunto.