Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trovato morto il 30enne scomparso Giacomo Sartori: indagano gli inquirenti, prevale ipotesi suicidio

Esplora:

  • a
  • a
  • a

È stato trovato morto Giacomo Sartori, il 30enne di Mel (Belluno) scomparso dallo scorso venerdì sera. Il cadavere è stato trovato nelle vicinanze della sua auto aziendale rintracciata due giorni fa a Casorate Primo (Pavia) e secondo quanto emerge sarebbe stato trovato impiccato a un cavo elettrico. Al momento, gli investigatori dell’Arma propendono per il gesto volontario, ma non si escludono altre possibilità. Sono i corso tutti i rilievi del caso e l’ispezione del corpo da parte del medico legale, nell'attesa di un più approfondito esame. L’ipotesi del suicidio è la più accreditata e per i carabinieri, che indagano sulla vicenda, la morte è avvenuta "verosimilmente a seguito di un gesto autolesivo".

 

 

Il corpo senza vita di Sartori è stato scoperto questa mattina mattina in un bosco che costeggia via Cascina Caiella, nel Pavese. Il 30enne era stato visto per l’ultima volta la sera di venerdì 17 settembre dopo aver trascorso la serata con degli amici in un’enoteca di via Vittorio Veneto a Milano. Intorno alle 23 e 30 si è allontanato manifestando solo un leggero turbamento per il furto subito in precedenza dello zaino con all’interno il portafoglio, documenti e il pc aziendale.

 

 

Da quel momento non si hanno avuto più su tracce se non quelle del passaggio nella notte tra venerdì e sabato al casello di Motta Visconti (Pavia) con la sua auto aziendale, Volkswagen Polo, e poi l’attivazione, per l’ultima volta del suo telefono, alle 7.15 della mattina successiva. L'auto è stata trovata senza segni di danneggiamento e gli investigatori hanno svolto un sopralluogo nello stabile dopo aver ritrovato la vettura regolarmente chiusa. Questo li ha spinti a ipotizzare che l'uomo si fosse allontanato a piedi percorrendo una breve distanza.