Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trattativa Stato-Mafia, Dell'Utri assolto: "Sono commosso, via un peso dal cuore"

  • a
  • a
  • a

Assolto Marcello Dell'Ultri nel processo d'appello sulla trattativa tra Stato e Mafia. Oltre all'ex braccio destro di Silvio Berlusconi, sono stati tutti assolti gli ex ufficiali dei carabinieri: la Corte d'assise d'appello di Palermo ha infatti riformato la sentenza di primo grado e assolto i generali Mario Mori e Antonio Subranni e il colonnello Giuseppe De Donno. Erano stati condannati a 12 anni.  L’ex senatore di Forza Italia è stato assolto "per non aver commesso il fatto" dalla corte d’assise d’Appello di Palermo, presieduta da Angelo Pellino, che ha quindi parzialmente riformato le condanne di primo grado per minaccia a corpo politico dello Stato.

 

 

Assolto anche Marcello Dell'Utri, condannato anche lui a 12 anni di carcere. La sentenza è stata emessa dopo tre giorni di camera di consiglio. "Sono commosso - ha dichiarato Dell'Ultri -. Via un peso dal cuore. Ringrazio tutti quelli che hanno creduto alla mia innocenza. Questa sentenza - ha aggiunto - rappresenta una svolta per me e per la giustizia italiana". I giudici di secondo grado non hanno ritenuto l’ex politico fedelissimo di Silvio Berlusconi il collegamento fra la politica e cosa nostra in quella che viene ritenuta la seconda fase della trattativa del 1993 e 1994. 

 

 

"Questa assoluzione è la risposta più bella a tutti gli odiatori - ha proseguito Dell'Utri -. Onestamente non me l'aspettavo questa sentenza, io sognavo che mi assolvessero ma allo stesso tempo ero preoccupato. Sono sincero. Direi che questa sentenza è davvero una svolta per me ma anche per la giustizia italiana. Avere debellato questo processo è una grande prova di democrazia giudiziaria, finalmente. Io sono sempre stato tranquillo, se non lo fossi stato non saremmo qui a parlarne... ma sarò ancora più tranquillo adesso. Io di nuovo in politica? Ma sta scherzando? Non ci penso nemmeno lontanamente, io preferisco tornare ai miei libri", ha concluso Dell'Utri.