Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vicenza, si è tolto la vita il presunto assassino della 21enne Alessandra Zorzin

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Si è ormai avviata verso un doppiamente tragico e violento epilogo l'indagine sul responsabile dell'omicidio della 21enne Alessandra Zorzin, sposata e madre di una bambina di due anni, di professione parrucchiera, uccisa con un colpo di pistola quest'oggi verso le 13 a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. La giovane era stata trovata morto dopo la segnalazione dei vicini, che avevano sentito le urla di un litigio, poi un rumore sordo. E' stato il marito a trovare il cadavere, riverso nel letto della camera. Un uomo, ritenuto dagli inquirenti il principale indiziato del delitto, si è tolto la vita sparandosi oggi alle 20.30 circa con la stessa arma che aveva utilizzato per commettere l'omicidio. Si tratta del 38enne padovano Marco Turrin, una guardia giurata residente a Vigodarzene. Su di lui, in fuga dal pomeriggio, si erano concentrate le attenzioni dei Carabinieri. 

 

 

Si indaga sul movente dell'efferato gesto che ha privato della vita una giovane donna, madre e moglie: l'ennesimo femminicidio di un 2021 la cui scia di sangue si fa sempre più lunga. L’uomo era stato presto ritenuto dagli investigatori il principale indiziato dell’efferato gesto: a pesare soprattutto le testimonianze dei vicini di casa di Alessandra, che lo avrebbero visto più volte frequentare la casa della vittima, incluso oggi. Inoltre l'uomo deteneva un'arma da fuoco per lavoro ed era della zona. Sin dalle prime battute, dunque, i militari dell'Arma avevano acquisito nei suoi confronti numerosi indizi. Erano così state avviate le ricerche del principale sospettato, che nel frattempo aveva fatto perdere le sue tracce, allontanandosi a bordo della propria automobile.

 

 

Nel corso della giornata era stato più volte individuato il suo passaggio in provincia e nelle zone limitrofe, senza però che le numerose pattuglie dispiegate riuscissero ad intercettarlo. In serata, l’autovettura era già stata notatata nuovamente in provincia di Vicenza, nella zona di Creazzo. Di lì a breve l’auto è poi stata intercettata nell'area di Vicenza Ovest da due pattuglie dei Carabinieri e della Polizia di Stato; alla vista delle pattuglie l’uomo, sentendosi ormai in trappola, si è sparato all’interno dell’autovettura. Immediatamente soccorso, nonostante i tentativi di rianimazione del personale sanitario, per lui non c'è stato nulla da fare ed è deceduto poco dopo.