Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porta a un matrimonio la figlia quindicenne positiva al Covid, rischio focolaio: denunciate dai carabinieri

  • a
  • a
  • a

Una vera e propria follia per partecipare a un matrimonio. E' accaduto in Sicilia, già zona gialla e che nelle prossime settimane potrebbe conoscere addirittura restrizioni più pesanti, da arancione per intenderci, se la situazione per la pandemia da Covid dovesse continuare a peggiorare. Non è difficile capire perché la variante Delta sta trovando terreno fertile sull’isola, che è la regione italiana messa peggio dal punto di vista epidemiologico, con il maggior numero di nuovi contagi giornalieri nell'ultimo periodo.

 

 

La storia in questione è proveniente dalla provincia di Trapani e mostra in modo eloquente tutta la mancanza di senso civico in alcune persone, soprattutto ai tempi di una pandemia. Una donna di 48 anni ha portato con sé a un matrimonio la figlia 15enne, pur sapendo che quest’ultima era positiva al Covid. Dopo essere uscite di casa e dal proprio comune, contravvenendo a tutte le regole anti contagio, si erano recate a una cerimonia nella chiesa madre di Alcamo. Poi da lì si erano spostate con il resto degli invitati a Partinico per partecipare al ricevimento, infischiandosene del tutto del pericolo di infettare altre persone.

 

 

La donna e sua figlia minorenne sono state denunciate dai carabinieri di Trapani, mentre l’azienda sanitaria provinciale ha avviato il contact tracing per ricostruire la catena dei contatti e scovare eventuali nuovi contagi: tutti gli invitati devono sottoporsi al tampone. E' chiaro che simili comportamenti contribuiscono a peggiorare l'andamento dei contagi, provocando degli autentici focolai. L'auspicio è che simili comportamenti non solo vengano perseguiti dalle autorità competenti, ma anche dai cittadini. Un atteggiamento del genere non è responsabile in particolare nei confronti delle altre persone. E in una regione come la Sicilia, già alle prese con l'aumento dei contagi da Covid, simili leggerezze non possono essere davvero più tollerate in alcun modo.