Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salvini e Meloni, selfie distensivo:"Prove tecniche di governo". Poi vertice a sorpresa con Giorgetti

  • a
  • a
  • a

"Con la Meloni tutto bene, governeremo insieme". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, dopo un breve incontro con la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, al forum Ambrosetti di Cernobbio. Incontratisi nei giardini di Villa d’Este, dove si svolge la prestigiosa kermesse, Salvini e Meloni si sono fatti un selfie con lo sfondo del lago di Como. "Prove tecniche di governo", ha scherzato Salvini. Anche Meloni ha pubblicato la foto via Facebook. "Un saluto dalla bellissima Cernobbio, sul lago di Como. Solo il Centrodestra unito può liberare tante città dalle amministrazioni fallimentari di sinistra" il commento.

 

 

 

Ma alla base del breve colloquio non ci sarebbe solo l'allegria di una foto di circostanza per i propri canali social. Un vero e proprio vertice a sorpresa avrebbe avuto luogo al prestigioso forum insieme a Giancarlo Giorgetti, ministro leghista dello Sviluppo Economico. Il trio si è fermato a parlare con lo specchio d'acqua sullo sfondo per circa una decina di minuti: una chiacchierata cordiale che, riporta Annalisa Cuzzocrea di Repubblica, avrebbe avuto a che fare più con le imminenti amministrative che con Green Pass e vaccini. E d'altronde, nonostante le recenti frizioni, l'alleanza di centrodestra ha come prima necessità quella di trovare una quadra per la tornata elettorale. Un passaggio a dir poco cruciale per quantificare le proprie forze al di là di sondaggi e gradimenti social, lì, nel Paese reale che più di una volta si è espresso in modo imprevisto, lasciando di stucco analisti e politologi.

 

 

Un segnale di unità, dunque, almeno apparentemente oltre la competizione interna alla coalizione: la Lega, nonostante mantenga un consenso molto alto, è stabilmente calata nei sondaggi, mentre Fratelli d'Italia ha quasi quintuplicato i propri voti ed ora tallona il Carroccio a meno di due punti di distanza. Dall'altro lato, il blocco di centrosinistra vede M5s forte di un rinnovato slancio dato dalla leadership Conte e il Pd che, a prescindere dalle oscillazioni interne e dalla delusione di molti elettori, mantiene sempre una quota importante di preferenze nel panorama italiano.