Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Green Pass, in settimana il decreto per l'estensione a statali, camerieri e autisti. Entrerà in vigore dal 4 ottobre

  • a
  • a
  • a

Giovedì la cabina di regia, a seguire il decreto e poi il  4 ottobre l'entrata in vigore. Il Governo lavora velocemente per quello che è già definito come "super Green Pass", la certificazione verde estesa - come preannunciato dal premier Mario Draghi nel corso della conferenza stampa alla fine dell'ultimo consiglio dei ministri -  ai dipendenti della pubblica amministrazione, ma anche a tutti i lavoratori impiegati in settori in cui è già necessaria la carta verde per gli utenti (ristoratori e camerieri, baristi, chi lavora in treni e aerei, navi e bus interregionali, musei e stadi, fiere, teatri, cinema, palestre e piscine).

 

 

Draghi con il suo annuncio ha confermato di voler rafforzare l’adesione alla campagna e stroncare le resistenze leghiste sul Green Pass, che è comunque un compromesso rispetto all’imposizione dura e pura. Non a caso spiega Repubblica, Salvini ha ribadito che il Carroccio "voterà contro" l’eventuale obbligo: cederà invece, inevitabilmente, sul certificato verde, al massimo ottenendo in cambio un’altra limatura al ribasso dei prezzi dei tamponi. 

 

 

Ma non è finita così. Perché l'orientamento è quello di verificare gli effetti super Green Pass e poi decidere se spingersi fino all'obbligo nonostante lo scenario politico complesso. Ma Palazzo Chigi deciderà tenendo conto di una soglia: il 90% di copertura degli over 12. La stima è che si arrivi almeno all’85% entro ottobre. Ma in termini di contenimento della pandemia potrebbe non bastare, vista la contagiosità della variante Delta. Si ragiona poi sugli studenti. Anche in questo caso, esiste la strada del passaporto per chi ha tra i 12 e i 19 anni (per gli universitari è già previsto, per gli under 12 il vaccino non è ancora autorizzato), ma andrebbe a scontrarsi con l'obbligo scolastico.Senza dimenticare che i minorenni hanno avuto accesso al vaccino soltanto da fine maggio, con poco tempo a disposizione rispetto al resto della popolazione.