Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bassetti tormentato dai no vax: "Almeno 20 telefonate a notte". Poi attacca il centrodestra: "Politicamente mi sento orfano"

  • a
  • a
  • a

"Ho ricevuto 20 telefonate solo stanotte". E' un Matteo Bassetti molto provato dalla situazione venutasi a creare con i no vax, che lo hanno praticamente eletto nemico pubblico numero uno, avendo avuto accesso ai suoi dati privati. E la sua preoccupazione mista a stanchezza si è vista tutta durante l'intervento a Morning News su Canale5, nella puntata di mercoledì 1 settembre. 

 

 

Bassetti in questi ultimi giorni ha dovuto subire pedinamenti, insulti, minacce di morte e telefonate a qualsiasi ora e l'infettivologo ha invocato l'intervento dello Stato e delle forze dell'ordine. "Negli ultimi tre giorni - le sue parole in tv - ho ricevuto una quantità impressionante di insulti e minacce da parte di questi gruppi organizzati via Telegram. Hanno fatto girare il mio numero di cellulare, solo stanotte ho ricevuto 20 chiamate tra le 4 e le 5. Ci sono già due Procure al lavoro e lo Stato deve intervenire”.

 

 

Poi la tirata d’orecchie a quella parte politica che ancora strizza l’occhio ai no vax, non capendo che non salvano qualche voto, ne perdono una marea tra le persone perbene che si sono vaccinate: “Mi stupisce molto e mi dispiace che una certa parte politica che nelle intenzioni vuole tutelare l’ordine più di altre cavalchi la piazza in questo modo - ha commentato riservando una stoccata al centrodestra -. Da liberale e moderato mi sento politicamente orfano. Una certa parte della destra ha assunto una posizione inconcepibile sui vaccini ed è molto preoccupante. Chi non condanna oggi è colluso - ha aggiunto ancora Bassetti -, io ho ricevuto messaggi di solidarietà da tutti tranne che da alcuni. Bisogna abbassare i toni, i primi che hanno alzato i toni sono stati questi movimenti spinti anche da alcuni esponenti politici. Dispiace vedere partiti che sono al governo ma che vanno nelle piazze a manifestare contro i vaccini". Insomma, un attacco al centrodestra, schieramento del quale Bassetti non ha mai nascosto l'appartenenza.