Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Catania, omicidio di Vanessa Zappalà: trovato impiccato l'ex fidanzato

  • a
  • a
  • a

Si è conclusa la "caccia all'uomo" nei confronti di Antonino Sciuto, 38 anni, l’ex fidanzato - e maggior indiziato del delitto - che avrebbe ucciso a colpi di pistola  Vanessa Zappalà, ieri notte sul lungomare di Aci Trezza ( Catania). I carabinieri del comando provinciale della città siciliana lo hanno trovato impiccato in un fondo di campagna di proprietà della famiglia. Sciuto era già stato arrestato lo scorso giugno per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori dopo la denuncia dell’ex fidanzata. Il giudice gli aveva imposto il divieto di avvicinamento alla ragazza. L'uomo è stato trovato impiccato intorno alle 16.30 al muro di un casolare in un fondo agricolo di Trescastagni, nel Catanese, dove i carabinieri avevano individuato una Fiat 500 che era solito utilizzare.

 

 

La 26enne è stata uccisa questa notte con diversi colpi di pistola, uno dei quali la ha raggiunta alla testa non lasciandole scampo, mentre si trovava con alcuni amici sul lungomare di Aci Trezza, frazione balneare di Aci Castello. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo avrebbe raggiunto a bordo di un’auto la zona del porticciolo e sarebbe sceso dalla vettura dirigendosi verso Vanessa, pochi attimi prima di esplodere diversi colpi di pistola e di allontanarsi subito dopo, di nuovo a bordo della vettura. Nella sparatoria era rimasta ferita di striscio anche un'amica di Vanessa. Erano stati gli stessi amici della vittima a indicare ai carabinieri il presunto autore dell'omicidio. All’arrivo del 118, per la ragazza non c’era più nulla da fare. 
 

 

"In queste 24 ore, quattro femminicidi. L’ultimo ad Acitrezza: Vanessa aveva 26 anni. È una carneficina! Le leggi ci sono, ma non bastano. Va sradicata la mentalità del possesso, perchè si diffonda una cultura del rispetto delle donne. In Italia e a ogni latitudine". Lo scrive su twitter Laura Boldrini, parlamentare del Pd.