Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto del 2016: a cinque anni dalla tragedia una giornata di approfondimenti Rai sul sisma

  • a
  • a
  • a

Alle 3 e 36 del 24 agosto 2016 un terremoto di magnitudo 6 colpì il "cratere" compreso fra Marche, Umbria e Lazio, distruggendo interi paesi, fra cui Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, e facendo centinaia di morti. Due potenti repliche si verificarono il successivo 26 ottobre al confine umbro-marchigiano, tra i comuni della provincia di Macerata di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Il 30 ottobre 2016 fu registrata la scossa più forte, di magnitudo momento 6.5, con epicentro in Umbria tra i comuni di Norcia e Preci, in provincia di Perugia. Una nuova sequenza scosse la terra il 18 gennaio 2017, con epicentri localizzati tra i comuni aquilani di Montereale, Capitignano e Cagnano Amiterno. Questo insieme di eventi ha provocato decine di migliaia di sfollati, centinaia di feriti e 303 morti, dei quali 3 per via indiretta.

 

 

Un disastro impresso per sempre nella memoria degli italiani: le strazianti immagini di Amatrice, della Basilica di san Benedetto di Norcia ridotta quasi interamente in macerie, o della devastazione a Castelluccio di Norcia, hanno fatto il giro del mondo e sono tuttora una ferita aperta. A questo dramma sono seguiti 5 anni di lenta e faticosa ricostruzione, che certo non ha tratto giovamento dalla pandemia di Covid. In occasione dell’anniversario del sisma la Rai, sui suoi canali tv, radio e web dedicherà dirette e approfondimenti al racconto di quella notte in cui città come Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto divennero simbolo della distruzione. Tutte le testate giornalistiche saranno impegnate nel ricostruire gli eventi, cosa ha significato per i circa 17mila sfollati la vita nelle sistemazioni provvisorie e cosa sta accadendo ora in quei territori, dando ampia copertura all’argomento nelle varie edizioni dei telegiornali e giornali radio.

 

 

Nell’intera programmazione di Rai1, a partire dalle 7.10 con «Uno Mattina Estate» e poi alle 9.55 con «Dedicato», verrà dato spazio alla ricorrenza del terremoto del Centro Italia con interviste e servizi. Alle 10.55, a cura del Tg1, la diretta della messa in suffragio delle vittime del terremoto da Amatrice, la città che si ritrovò a contare 239 morti tra le macerie. Il testimone passa poi, dalle 15.40, a «Estate in diretta». Su Rai3 la mattina di «Agorà Estate», in onda dalle 8.00, si snoderà tra le riflessioni degli ospiti in studio e le immagini di quei giorni di 5 anni fa, tra gli edifici sgretolati e il lavoro di chi è giunto in soccorso della popolazione.