Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Afghanistan, Lucia Annunziata: "L'establishment occidentale ha bisogno di dire che i Talebani cambieranno"

  • a
  • a
  • a

"Esiste quello che i talebani dicono all'Occidente, cioè quello che l'Occidente vuole sentirsi dire, e poi la realtà. Ben diversa." Parole di Barbara Schiavulli, giornalista e corrispondente di guerra esperta di Afghanistan, intervenuta questa sera a Frontiere, su Rai3, programma di approfondimento condotto da Franco Di Mare ed oggi dedicato interamente alla situazione in corso nel Paese dell'Asia centrale. Ad essere più in pericolo è la condizione femminile, ora che i Talebani hanno ripreso il potere.

 

 

Ospite anche Lucia Annunziata: "La doppia narrazione si vede anche nella stampa e nei politici, quando si parla di 'costituzionalizzare' anche i talebani. E' questo il vero problema: riuscire ad avere un numero di voci reali, su quello che sta succedendo nel Paese" ha detto Annunziata. "Ora l'establishment per recuperare le brutte figure ha bisogno di dire che i Talebani cambieranno. Hezbollah è molto diversa, sono riusciti a pesare sul Libano pur rimanendo movimento militare. I Talebani sono ben diversi". Scioccante il video del capo della Polizia di Herat, la cui esecuzione con un colpo alla testa è stata filmata in diretta.

 

 

Ma tanti sono gli episodi sintomatici di ciò che sta accadendo. "Le strade sono tranquille, sì, ma non c'è una donna in giro. Stanno cancellando le immagini delle donne fuori dai negozi di parrucchieri" ha raccontato Schiavulli, spiegando che alcune famiglie hanno addirittura nascosto per giorni le figlie in cantina: la paura è infatti il rastrellamento casa per casa. E Annunziata rincara la dose: "Il giornalismo occidentale e le Ong, che sono state dei sostituti delle istituzioni in quei luoghi, sono gli unici enti che possono dare informazioni realistiche su ciò che sta accadendo. Questo è un momento in cui bisogna assolutamente tenere vivo l'interesse alla copertura mediatica". Solo questo può impedire che si spengano i riflettori sull'Afghanistan.