Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rave party nel viterbese, arrestata coppia per lesioni a carabinieri. Continuano controlli e identificazioni

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Il rave party di Valentano, in provincia di Viterbo, è ormai da giorni un caso di interesse nazionale che ha fatto molto discutere, mobilitando le critiche delle forze politiche e dell'opinione pubblica.  Migliaia di partecipanti, provenienti sia dall'Italia che dall'estero, a cavallo di Ferragosto hanno iniziato ad accamparsi, dando vita al maxi evento da cui sono scaturiti anche danni, disagi e forti preoccupazioni ai cittadini dei paesi limitrofi. Di fronte a questa mole di persone fuori dell'ordinario, le forze dell'ordine, in primis i carabinieri, hanno predisposto e intensificato i controlli lungo  tutte le strade principali che conducevano al raduno. Sono stati circa 400 i mezzi controllati, e 200 le persone identificate.

 

 

Tra questi, circa 10 sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori, perché trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti. Nel corso delle operazioni, infatti, sono stati sequestrati 60 grammi tra hashish e cocaina. Risale inoltre a due giorni fa l’arresto di due giovani, provenienti dalla Lombardia, per oltraggio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. I due, uomo e donna, erano di rientro dal rave e si erano fermati da alcuni parenti. L’intervento dei militari è scaturito dal fatto che la ragazza manifestava un forte stato di agitazione, nonostante i tentativi di calmare gli animi. La situazione è degenerata quando oltre ad inveire contro le forze dell'ordine, i due li hanno anche assaliti fisicamente. Due carabinieri intervenuti hanno riportato lesioni per 10 e 15 giorni. Gli arresti sono stati convalidati, e i due posti ai domiciliari presso la loro residenza.

 

 

Ed ora molti sindaci delle zone limitrofe si trovano a fronteggiare il problema dei tanti piccoli accampamenti che si stanno formando a partire dalla fine dell'evento. Il rave party principale si è infatti concluso, ma numerosi gruppi, suddivisi in piccole carovane di auto e camper, si stanno disseminando nella zona e nelle province vicine. Sono stati segnalati degli accampamenti minori in varie località: a Baschi, in provincia di Terni circa trenta persone - prevalentemente di nazionalità francese - sono state sanzionate e allontanate questa mattina dalle sponde del lago di Corbara, dove si erano stanziate con caravan e mezzi privati. 'Esuli' del rave sono stati segnalati anche nel Grossetano e nel Senese. A ridosso del parco della Maremma sono transitate circa 400 persone, alcune tentando di accamparsi: il sindaco di Orbetello ha eseguito un’ordinanza che ha interdetto l’area alla sosta. Alcuni presenti erano in possesso di sostanze stupefacenti.