Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, la denuncia della pallavolista: "Ho la pericardite per colpa del vaccino. Voglio il risarcimento"

  • a
  • a
  • a

La pallavolista Francesca Marcon chiede ora i danni per il vaccino anti Covid. O meglio, per gli effetti collaterali subiti a causa del siero. La storia è appunto quella della pallavolista veneta di 38 anni che da un anno gioca a Bergamo. "Ho la pericardite, è colpa del vaccino. Avevo delle perplessità e avevo ragione", ha affermato Cisky (questo il nomignolo dell'atleta), che ha dovuto sospendere gli allenamenti in vista della prossima stagione agonistica.

 

 

"Ho avuto e ho ancora oggi una pericardite post vaccino, chi paga il prezzo di tutto questo? - è il suo attacco, evidentemente, alle autorità sanitarie italiane -. Non esistono risarcimenti per chi subisce danni a livello di salute dopo aver fatto il vaccino?. Non sono no vax - ha quindi sottolineato a scanso di equivoci -, ma di fare questo vaccino non sono mai stata convinta e ne ho avuto la conferma".

 

 

La pericardite, infiammazione della membrana del pericardio, non è considerata però tra le reazioni avverse "certe" dei vaccini a m-Rna come Pfizer e Moderna, anche se gli esperti sul punto si dividono e gli studi non sono concordi e univoci sulla correlazione tra malattia e siero. "Forse il mio discorso può risultare un po' blasfemo - ha affermato ancora Cisky Marcon -, ma continuo a chiedermi: non esistono forme di risarcimento?".

 

 

Una risposta forse le arriverà dal senatore Claudio Borghi, della Lega, molto attivo sui social nel raccogliere le storie di reazioni avverse ed effetti collaterali legati al vaccino. Il suo dossier peraltro, ha già raccolto decine di segnalazioni e migliaia di insulti e attacchi. D'altronde, il tema è divisivo e no vax e sì vax spesso si combattono con la stessa, pessima, arma. Per quanto riguarda la vita privata, Francesca Marcon è conosciuta anche per la storia d'amore con l'ex ciclista Mario Cipollini.