Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dolomiti, super salvataggio del Soccorso alpino: rintracciata famiglia dispersa con 2 bambine

  • a
  • a
  • a

Un brutto spavento, qualche ora che non si ricorderà con piacere, ma grazie all'intervento prontamente messo in campo dalle autorità competenti si è tutto risolto per il meglio e non c'è stata nessuna conseguenza più grave. Siamo sulle Dolomiti Friulane, e protagonista è una famiglia italiana residente a Londra: i genitori e le due bambine, di 8 e 11 anni. Forse una uscita calcolata male nei tempi, non tenendo conto delle possibili complicazioni in corso d'opera, forse un po' di avventatezza o solo sfortuna, fatto sta che alla stazione del Soccorso Alpino di Forni di Sopra, alle 10 e 30 di sera, arriva l'allerta a seguito della richiesta da parte della famiglia, che si trovava in difficoltà e al buio lungo un tratto attrezzato del sentiero Cai 348 che scende dal Valò dei Cadorini nei monti di Tor.

 

 

La famiglia, in villeggiatura a Cadore, stava percorrendo il lungo sentiero attrezzato "Olivato" che dal Passo della Mauria sale al bivacco Vaccari e poi alla Forca del Cridola a quota 2500 metri. Al ritorno, i quattro si sono attardati e sono stati colti dal buio e dalla stanchezza. Così, in corrispondenza del tratto attrezzato, la scelta di fermarsi, non proseguire oltre e chiedere aiuto telefonando al Numero di emergenza che ha raccolto e prontamente smistato la richiesta. Ci è voluta circa un'ora per localizzarli. 

 

 

Tre tecnici del Soccorso Alpino di Forni di Sopra hanno rintracciato i dispersi verso le 23.30 partendo dal versante fornese: stavano tutti bene anche se le bambine erano molto spaventate e infreddolite. La famiglia è stata assicurata con le corde nei tratti più impervi e riaccompagnata a Passo della Mauria a quota 1300. Hanno collaborato alle ricerche anche due tecnici della Guardia di Finanza di Tolmezzo e tre soccorritori della stazione del Centro Cadore del Soccorso Alpino. L’intervento si è concluso all’una di notte.