Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riviera di Rimini, chiuse tre discoteche per feste abusive nel fine settimana. A Misano erano in 2mila

  • a
  • a
  • a

Durante i controlli dello scorso fine settimana - in particolare sabato sera - per verificare il rispetto delle misure anti Covid, la polizia di Rimini ha chiuso tre discoteche per violazione della normativa anti contagio. Una di queste era già stata chiusa la settimana scorsa per motivi simili: nel primo giorno utile di riapertura per l'attività, agli agenti si è ripresentata la stessa scena già vista pochi giorni prima, con circa 200 persone che ballavano in entrambe le sale del locale. 

 

 

Per queste ragioni è stata disposta la chiusura per altri 5 giorni ed effettuata una segnalazione in Prefettura per eventuali ulteriori provvedimenti. Ieri sera, giorno di Ferragosto, i controlli si sono concentrati sulle discoteche della provincia e anche in questo caso non sono mancate le violazioni. In particolare, durante un controllo a Riccione - in un locale, anche qui, già sanzionato -  si è accertato che circa 500 clienti erano accalcati intorno ai vari punti di somministrazione di alcolici, senza alcun distanziamento o dispositivo di protezione, e altri 200 circa ballavano senza mascherina in un’area vicino alla postazione del Dj. 

 

 

A Misano Adriatico si è andati ancora oltre: gli agenti si sono trovati di fronte circa 2mila persone che affollavano la discoteca, tanto da rendere difficili gli spostamenti all'interno. Chiusura immediata, nonostante le difficoltà date dall'alto numero di presenti, per l'attività. Il locale dovrà tenere le serrande abbassate per i prossimi 5 giorni. E poi non sono mancati gli interventi su segnalazione: come quello in un noto lido riminese, dove circa 200 ragazzi avevano organizzato una festa da ballo con musica e casse. All’arrivo delle pattuglie, i ragazzi si sono dileguati lasciando tutto sul posto e sono ancora in corso  le attività per identificare gli organizzatori.