Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gino Strada, dall'asteroide che porta il suo nome alla figlia Cecilia con la moglie Teresa morta nel 2009

  • a
  • a
  • a

Un lutto che ha scosso l'intero Paese. Gino Strada era tra i personaggi più apprezzati dagli italiani. Gino Strada, all'anagrafe Luigi Strada, è nato a Sesto San Giovanni, il 21 aprile 1948. sotto il segno zodiacale del Toro. Strada ha raggiunto la sua notorietà per essere stato un attivista e un filantropo, molto di più per il suo ruolo di medico e fondatore della Ong Emergency. Ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia alla Statale di Milano.

 

 

Dagli anni Ottanta è stato protagonista su molti fronti come medico di guerra, e ha sempre portato avanti le iniziative della fondazione Emergency. Accostato più volte alla politica, si è sempre tenuto al di fuori da un mondo che non ha mai particolarmente apprezzato. Nel 2020 è stato indicato come possibile commissario alla sanità della Regione Calabria, ma alla fine non se ne è fatto nulla e Strada ha continuato il suo attivismo per l'Ong Emergency che ha fondato e fatto crescere. Per quanto riguarda la vita privata, Gino Strada ha conosciuto la donna che sarebbe diventata sua moglie (e sua partner nell’avventura della Ong) negli ambienti del volontariato di matrice cattolica.

 

 

Il nome di lei è Teresa Sarti, cofondatrice e presidente della Ong, morta nel 2009. Dopo la sua morte, le redini della creatura dei genitori sono passate tra le mani di Cecilia Strada, loro unica figlia. Ateo, ha tessuto una profonda amicizia con don Andrea Gallo, famoso prete di strada. Dopo la specializzazione in Chirurgia d’urgenza, fu assunto dall’ospedale di Rho, dove ha praticato nell’ambito del trapianto di cuore. Si è poi orientato sul settore traumatologico, specialmente sul soccorso alle vittime di guerra. Tra le curiosità sul suo conto, l’asteroide 248908 porta esattamente il suo nome (Ginostrada), voluto dagli scopritori per onorare la caratura della sua figura. Nel 2020 si era sposato con Simonetta, matrimonio celebrato dal sindaco di Milano, Beppe Sala.