Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grecia, il Premier sugli incendi: "E' la più grande catastrofe ecologica da decenni"

  • a
  • a
  • a

Il primo ministro ellenico, Kyriakos Mitsotakis, ha definito i devastanti incendi che  hanno colpito la Grecia per più di una settimana "la più grande catastrofe ecologica che il Paese abbia mai vissuto da decenni". Gli incendi sono divampati mentre il Paese è stato colpito dall’ondata di caldo più intensa e prolungata degli ultimi trent'anni, e hanno portato il governo a chiedere soccorso all’estero per poter gestire l’emergenza. Centinaia di vigili del fuoco, con aerei, elicotteri e veicoli, sono arrivati dai Paesi europei e mediorientali per prestare aiuto. "Siamo riusciti a salvare vite umane, ma abbiamo perso foreste e proprietà", ha detto Mitsotakis.

 

 

Parlando ad Atene durante una conferenza stampa, la prima da quando sono scoppiati gli incendi, Mitsotakis ha affermato che le autorità hanno affrontato circa 100 roghi attivi ogni giorno. Oggi la situazione sembra essersi allentata, anche se il pericolo di ulteriori incendi è ancora presente. "Siamo a metà agosto ed è chiaro che avremo giorni difficili davanti a noi" almeno fino alla fine dell’estate, ha affermato il premier.

 

 

 

L’incendio più grande è scoppiato il 3 agosto sulla seconda maggiore isola della Grecia, Evia. Più di 50.900 ettari sono stati danneggiati nel nord dell’isola, secondo la mappatura del servizio di gestione delle emergenze Copernicus dell’Unione europea. Intere montagne di foreste di pini sono state ridotte a ceppi spogli e anneriti, mentre piantagioni di ulivi e fichi e vigneti sono stati distrutti.