Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga, maxi sequestri di piantagioni di marijuana a Napoli e Catania

  • a
  • a
  • a

Diverse operazioni anti droga hanno portato oggi a massicci sequestri di sostanze stupefacenti da parte delle forze dell'ordine. A partire dal parco regionale dei Monti Lattari, ormai chiamato la "Giamaica d'Italia" per il clima favorevole alle numerose piantagioni di marijuana - alcune esterne, nascoste dalla vegetazione, altre indoor per cui sono stati creati appositi container interrati- che la criminalità organizzata vi ha ormai stabilito da anni. 

 

 

 

I carabinieri di Castellamare di Stabia, insieme ai militari dello squadrone eliportato "Cacciatori" di Calabria e Puglia, hanno arrestato a Pimonte (Napoli) un 57enne incensurato del posto. Perquisendo il terreno dell’uomo i militari hanno trovato e sequestrato 229 piante di cannabis indica alte circa 2 metri e mezzo. Sequestrate anche altre 43 piante della stessa tipologia in un container interrato. Il nascondiglio era stato trasformato in una serra con corrente elettrica, impianto di areazione ed acqua. Tutto creato abusivamente. Il furto di corrente elettrica ammonta a quasi 84mila euro. Il terreno e il container sono stati sequestrati, le piante campionate e poi distrutte. 

 

 

 

Un'altra maxi piantagione di marijuana, nascosta fra gli agrumeti di Sicilia, è stata invece scoperta dalla Guardia di Finanza di Catania, a Motta Sant’Anastasia. In un terreno di oltre 1000 metri quadri, i militari hanno trovato circa 740 piante alte tra i 50 e i 200 cm ed hanno arrestato un 27enne per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Nello stesso terreno, anche un capanno dove il giovane viveva. La droga - che al dettaglio avrebbe fruttato oltre 1,5 milioni di euro - e numerosi utensili e macchinari per la coltivazione e lavorazione, sono stati sequestrati.