Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Mps di Siena, Salvini: "Ci aspettiamo le dimissioni di Padoan da Unicredit"

  • a
  • a
  • a

"Non accetteremo nessuna svendita. Per noi ogni posto di lavoro è sacro, sacro come ogni sportello della banca. Mps è un marchio storico che è nato nel 1472 e deve sopravvivere ai disastri del Pd. Non accetteremo che, con denaro pubblico, si facciano favori ai privati". E' il commento del leader della Lega Matteo Salvini sulla questione Mps-Unicredit, a margine della raccolta firme sui referendum per la giustizia al quartiere Magliana a Roma, accompagnato dai candidati sindaco e vice sindaco del centrodestra, Enrico Michetti e Simonetta Matone.

 

 

 


"Mps deve diventare il terzo polo bancario, la banca delle piccole e medie imprese, la banca, non solo dei toscani, ma dei territori. Non permetteremo che con il denaro pubblico degli italiani si rimedi agli errori del Pd" ha aggiunto il segretario del Carroccio. Poi l'affondo contro l'ex ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan: "E' stato eletto parlamentare del Pd a Siena, si è dimesso per diventare presidente di Unicredit che è la banca che adesso si vorrebbe comprare la banca dei senesi. Solo in casa del Pd si vedono queste cose".

 

 

 

Salvini ha rilasciato alcune dichiarazioni sul tema anche ad Affaritaliani.it: "A me e alla Lega interessa solo che, con i soldi pubblici, non si favoriscano ancora una volta banche private che non ne hanno bisogno, sacrificando migliaia di lavoratori e chiudendo centinaia di sportelli. Il marchio Mps è ricco di storia e di valore, nonostante i disastri compiuti sulla pelle di senesi e toscani negli anni dal PD, e non può essere svenduto perché ce lo chiede l’Europa" ha detto, esprimendosi ancora sul caso Mps-UniCredit, anche alla luce dell’audizione in Parlamento del ministro dell’Economia Daniele Franco, che ha aperto all’operazione. E su Padoan: "In qualsiasi altro Paese il dottor Padoan, eletto parlamentare col Pd a Siena e poi dimessosi per diventare presidente di UniCredit che sta trattando per comprarsi Mps, si sarebbe già dimesso".