Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, Pfizer e Moderna aumentano i prezzi per l'Europa per la diffusione delle varianti

  • a
  • a
  • a

Pfizer Moderna hanno praticato un aumento dei prezzi per i vaccini per l’Unione europea. A scriverlo è il Financial Times, sottolineando che le richieste di dosi per i richiami e la diffusione di nuove varianti sorreggono la domanda dei prodotti più efficaci. Il Financial Times scrive che il prezzo di una dose di Moderna è salito a 25,50 dollari, come emerge dai contratti, in aumento rispetto al costo di circa 19 euro (pari a 22,60 dollari) e che il prezzo di una dose di Pfizer è aumentato 19,50 euro, in salita rispetto ai 15,50 euro precedenti. 

 

Per i nuovi prezzi, il Financial Times cita parti dei contratti che ha visualizzato. "I termini degli accordi, raggiunti quest’anno per un totale di fino a 2,1 miliardi di dosi fino al 2023, sono stati rinegoziati dopo che i dati delle prove di fase 3 hanno mostrato che i vaccini a Rna messaggero delle due società hanno tassi di efficacia più elevati rispetto alle dosi più economiche sviluppate da Oxford/AstraZeneca e Johnson & Johnson", scrive il giornale.

 

Secondo un funzionario vicino ai negoziati, citato dal Financial Times, il nuovo prezzo di 25,50 dollari a dose di Moderna, pur essendo più alto dei 22,60 dollari del precedente accordo, è più basso del costo di 28,50 dollari su cui le parti si erano accordate inizialmente, un calo dovuto al fatto che l’ordine è cresciuto. Secondo la fonte citata dal giornale, le società hanno sfruttato il loto potere di mercato e usato la "solita retorica dell’industria farmaceutica...i vaccini funzionano quindi hanno aumentato il valore".