Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pregliasco contro Burioni: "Personaggio di rottura, è il suo stile. Ma così i no vax non li convince"

  • a
  • a
  • a

Fabrizio Pregliasco punge un altro virologo famoso, Roberto Burioni. Tutto è partito dal famigerato tweet anti no vax da parte del virologo del San Raffaele. "Burioni è servito perché è stato ed è di rottura", ha affermato all’Adnkronos Salute Pregliasco, docente dell’università Statale di Milano dopo le polemiche scatenate appunto dal tweet del collega che aveva proposto "una colletta per pagare ai no vax gli abbonamenti a Netflix per quando, dal 5 agosto, saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci".

 

 

"Anche al momento della vaccinazione obbligatoria per l’infanzia - ha ricordato Pregliasco -, nel 2015, c’è stato un prima e dopo Burioni sui social perché i social in quell’epoca erano appannaggio dei no-vax. Quindi credo che abbia questo stile. E' chiaro - ha aggiunto - che non è facile poi con affermazioni così arrivare al convincimento, all’approccio".

 

 

Pregliasco tuttavia si è detto sostanzialmente d'accordo con Burioni sul contenuto: "Le piazze dei no-Pass non sono una bella cosa, sono una tristezza, ed è una tristezza che ci sia questo elemento di sfiducia nelle istituzioni, nella ricerca. E'chiaro - ha spiegato ancora Pregliasco - che il mondo non è quello del Mulino Bianco e ci sono difficoltà e incongruenze nel Green pass rispetto all’operatività così come c’erano nelle chiusure, ma lavoriamo per fare bene e ripartire e non serve impuntarsi in questo modo". L'esperto ha quindi parlato del dato che lega il Covid ai diabetici: "E' una cosa brutta e una conferma di una delle comorbilità più importanti - ha sostenuto Pregliasco relativamente a quanto rilevato dall’Istituto superiore di sanità, che ha dimostrato che il 35% dei decessi per Covid 19 riguarda pazienti con diabete -. Rischiano di più certamente ed è per questo che è importante che si vaccinino come tutti i soggetti con comorbilità".