Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto Frate Marcellino, ultimo testimone di Padre Pio: la frase che gli cambiò la vita

  • a
  • a
  • a

Fra' Marcellino Iasenzaniro è morto all'età di 91 anni a San Giovanni Rotondo. Frate Marcellino era l'ultimo frate cappuccino testimone di Padre Pio.  E' stato l’ultimo dei frati appunto che ha svolto il ruolo di assistente di padre Pio, dal 26 aprile al 26 settembre 1965, e per questo ha deposto come testimone dinanzi al Tribunale ecclesiastico diocesano per la Causa di beatificazione e canonizzazione.

 

 

Nato il 13 giugno 1930 a Casacalenda (Campobasso), è entrato in convento all’età di 16 anni e ha emesso la prima professione dei voti il 16 settembre 1947, confermati definitivamente il 12 agosto 1951. Era ancora uno studente di Teologia quando, nel 1952, conobbe padre Pio. Inviato a San Giovanni Rotondo per la gestione della corrispondenza in lingua italiana, vi rimase per due mesi e vi tornò negli anni a venire.

 

 

Dopo l’ordinazione sacerdotale, conferitagli il 21 febbraio 1954, conseguì a Roma la licenza in Teologia e, successivamente si laureò a Milano in Lettere all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Tornò a San Giovanni Rotondo nel 1955 e dieci anni dopo come addetto alle lettere in lingua inglese e assistente personale dell’ormai anziano frate di Pietrelcina.

 

 

Proprio la continua frequentazione lo indusse ad annotare in un diario le esperienze più significative vissute con lui e i racconti ascoltati direttamente dalla sua voce. Gli studi a Milano in Lettere all’Università Cattolica del Sacro Cuore, non furono una sua scelta, incerto sul da farsi chiese tempo per decidere e ne parlò con padre Pio che gli rispose: "Fai quello che dicono i Superiori, altrimenti te ne pentirai per tutta la vita", le parole del frate poi diventato santo. E fra Marcellino obbedì. Una frase che gli cambiò letteralmente l'esistenza.