Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Green pass alle sagre, le pro loco: "Il governo non ci ha neanche consultato, servono regole chiare"

  • a
  • a
  • a

Il decreto Covid approvato ieri pomeriggio dal governo impone l'obbligo di accesso previa esibizione del green pass anche alle sagre dal 6 agosto. Tra queste sono comprese anche le manifestazioni che si svolgeranno all'aperto. Sul tema è intervenuto il presidente dell'Unione delle pro loco italiane, Antonio La Spina, chiedendo al governo regole chiare per il settore.

 

"Siamo assolutamente d’accordo sull’uso del green pass, in linea con tutte le azioni di prevenzione e sicurezza in questa situazione, ma le regole vanno stabilite in modo chiaro. Per questo siamo sorpresi e delusi dal fatto che il governo abbia preso una decisione simile senza neanche consultarci. Questo ci rammarica perché, con la nostra esperienza, avremmo potuto dare un supporto". Prima della pandemia le Pro Loco di tutta Italia animavano il paese con migliaia e migliaia di appuntamento di ogni tipo. Basti pensare che nel 2018 le Pro loco hanno organizzato complessivamente 110mila eventi ai quali hanno partecipato 88 milioni di visitatori. Di questi 20mila erano solo 
sagre e fiere per un valore economico e sociale di 2,1 miliardi di euro, secondo i dati elaborati dall’ufficio studi della Cgia di Mestre. L’emergenza Covid ha spazzato via l’80% degli eventi e delle attività programmate per il 2020 dalle pro loco.

 

"Nel rispetto delle norme anti covid le proloco quest’anno hanno ripreso ad animare le comunità dal punto di vista economico e sociale", osserva La Spina. "Le sagre sono diverse, alcune vengono organizzate in spazi delimitati, altre animano tutti i centri storici, le viuzze proprio per far conoscere le bellezze locali. Come facciamo a far funzionare il green pass in una sagra? Dobbiamo chiudere i paesi e bloccare gli accessi? Come si fa con i residenti? E a chi stanno in capo i controlli? Va capito come gestire eventi di questo tipo. Chiederemo immediatamente un incontro al governo per chiarire tutto questo".