Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Senza Green pass multe fino a 400 euro e chiusura dei locali per 5 giorni: il decreto Covid allo studio

  • a
  • a
  • a

Il Covid con la sua variante Delta torna a far paura e l'allerta di scienziati, ministero della Salute e di Palazzo Chigi è sempre più alta. Così quando la prossima settimana, lunedì o martedì, si terrà la cabina di regia politica con il premier Mario Draghi, il Consiglio dei ministri - nonostante la maggioranza sia spaccata - darà il via libera all'ennesimo decreto Covid con le nuove misure di contenimento con particolare attenzione alle modalità di chi potrà avere il green pass.

 

 

Infatti per entrare in tutti i luoghi pubblici a rischio assembramento bisognerà avere il green pass, altrimenti scatteranno le multeCinque giorni di chiusura per i gestori e 400 euro per i clienti sprovvisti di certificazione verde, ridotti a 260 se la contravvenzione viene pagata entro il quinto giorno. Questo è il passaggio più importante della nuova "carta verde". D'altronde il ministro Roberto Speranza, è convinto che la nuova fase, con la variante Delta che colpisce duro anche nei Paesi con alto tasso di vaccinazioni effettuate, costringa anche l’Italia a prendere urgentemente provvedimenti. Per il responsabile della Salute l’uso "più largo possibile" del green pass eviterà di richiudere bar, ristoranti, piscine, palestre, stadi, cinema, teatri e tutti quei luoghi dove l’affollamento facilita la diffusione del virus. Vista la possibilità di una quarta ondata.

 

 

Parere opposto quello di Matteo Salvini, leader della Lega: su green pass "calma e cautela. Mettere in sicurezza chi rischia, sì. Mettere in sicurezza i nostri genitori e i nostri nonni, sì. Ma perché inseguire i ragazzi di 18 -20 anni che vogliono andare in spiaggia? La salute è fondamentale ma senza terrorizzare... Ci sono gli ospedali fortunatamente vuoti ma senza mettere altra burocrazia e altri limiti a 60 milioni di italiani che per un anno e mezzo hanno vissuto nella paura e hanno bisogno di una estate sana, ma di vita".