Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Oms: "Rischio catastrofe con ritardi a vaccini ai bambini e revoca restrizioni"

  • a
  • a
  • a

Covid, secondo l'Oms c'è il rischio di una "catastrofe assoluta" provocata dai ritardi sui vaccini anche per i bambini e sulla prematura revoca delle restrizioni. Per l'organizzazione mondiale della sanità, entro la fine dell'anno c'è "il potenziale per una vera catastrofe", ha affermato Kate O'Brien, direttrice del dipartimento vaccinazioni presso l’Oms a Ginevra.

 

"La situazione dei bambini non protetti e una revoca troppo rapida delle restrizioni sanitarie contro il Covid - che ha in parte curato alcune malattie infantili - stanno già facendo sentire i suoi effetti, ad esempio con le epidemie di morbillo in Pakistan", ha sottolineato il funzionario dell’Oms. "Questi due fattori combinati sono "l’assoluta catastrofe contro la quale stiamo lanciando l’allarme ora perché dobbiamo agire immediatamente per proteggere i bambini", ha aggiunto. Inoltre, secondo il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus non ci sono dubbi: il mondo è attualmente nelle prime fasi di una terza ondata pandemica. Nell’ultima settimana, infatti, i contagi sono aumentati a livello globale e i decessi hanno ricominciato a salire dopo dieci settimane di calo. "La variante Delta (presente in 11 Paesi, ndr)è uno dei principali motori dell’attuale aumento della trasmissione, alimentato da un aumento dei contatti sociali e della mobilità e dall’uso incoerente delle misure di contenimento sanitarie e sociali di comprovata efficacia".

 

Infine, il capo dell’Oms ha puntato l’indice contro la "disparità scioccante nella distribuzione globale dei vaccini" in quanto la mancanza di accesso ai sieri lascia la maggior parte della popolazione mondiale "in balia del virus". In questa ottica, se il progetto Covax resta valido, i 100 milioni di dosi spedite non rappresentano che una goccia nel mare di sieri che sarebbe necessario. Intanto, sul fronte dei numeri dell’emergenza sanitaria globale, stando all’autorevole database della Johns Hopkins University, fino a questa mattina la pandemia da Covid ha provocato a livello planetario almeno 188.365.518 contagi e 4.058.233 morti.