Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Draghi, festa in piazza con la Nazionale davanti palazzo Chigi. "Ci avete fatto commuovere e gioire"

  • a
  • a
  • a

Il premier Mario Draghi ha accolto il pullman degli azzurri a Largo Chigi, dopo la visita al Quirinale dove la nazionale è stata ricevuta dal capo dello Stato, Sergio Mattarella. L'ex presidente della Bce si è unito ai giocatori e ha fatto festa in piazza insieme agli azzurri e al ct Mancini, sollevando la coppa in aria. Poi la cerimonia si è spostata all'interno di palazzo Chigi

 

"I vostri successi sono stati straordinari", ha detto Draghi agli atleti italiani ricevuti oggi a Palazzo Chigi, gli azzurri del calcio campioni d’Europa "dopo oltre 50 anni", il tennista Matteo Berrettini "primo italiano a giocare una finale di Wimbledon in quasi un secolo e mezzo di storia", e la nazionale di atletica under 23 che ha chiuso al primo posto il medagliere degli Europei di categoria, "unica volta in 13 edizioni". "Ci avete fatto emozionare, commuovere, gioire, abbracciare. Sono sempre stato molto orgoglioso di essere italiano, ma questa volta abbiamo festeggiato insieme le vostre vittorie: quello di cui ci avete resi orgogliosi è di essere uniti in queste celebrazioni anche in nome dell’Italia. Lo sport segna la storia delle nazioni, ogni generazione ha i suoi ricordi e oggi siete voi a essere entrati nella storia, coi vostri sprint, i vostri servizi, i gol, le parate, e che parate - ha detto ancora Draghi cercando con lo sguardo Donnarumma -, con lo spirito di squadra, col gioco di squadra forgiato dal ct Mancini, con i vostri sforzi e sacrifici, penso alle lacrime di Spinazzola". 

 

Draghi cita le famiglie degli atleti, "che sono state molto pazienti", e si congratula per "averci messo al centro dell’Europa". "Lo sport insegna, unisce, fa sognare, è un grande ascensore sociale. E' un argine al razzismo, uno strumento di coesione soprattutto in un periodo difficile come quello che abbiamo vissuto. Vogliamo aiutare la prossima generazione di campioni, occorre coltivare quella generazione che vede in voi dei modelli". Il premier ha infine fatto il suo in bocca al lupo agli atleti che andranno ai Giochi di Tokyo.