Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, indice Rt sale a 0.66. Iss: "In aumento anche incidenza dei casi e diffusione della variante Delta"

  • a
  • a
  • a

Covid, indice Rt in aumento a 0.66 nell'ultima settimana. Secondo quanto reso noto nel consueto report redatto dall'Istituto superiore di sanità (Iss), l'indice è passato da 0.63 di sette giorni fa a 0.66, mentre l'incidenza dei casi è cresciuta da 9 a 11 ogni 100 mila abitanti.

 

"In particolare, nel periodo 16 giugno-29 giugno 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,66 (range 0,62- 0,85), in lieve aumento rispetto alla settimana precedente, sebbene si mantenga sotto l’uno anche nel limite superiore", si legge nel report. Non solo: nel bollettino di ieri, 8 luglio, si sono registrati quasi 1.400 casi a fronte di poco più di 177 mila tamponi, un dato che non ha precedenti da circa un mese. Peraltro "la circolazione della variante Delta è in aumento in Italia", spiega sempre il report sul contagio analizzato durante la riunione della cabina di regia del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità. "Questa variante sta portando ad un aumento dei casi in altri Paesi con alta copertura vaccinale, pertanto è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi".

 

Il dato positivo sta comunque nel fatto che continua il calo di ricoveri. Scende anche il numero di persone ricoverate in terapia intensiva. Attualmente, infatti, nessuna Regione o Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 2 per cento, sotto la soglia critica, con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 240 del 29 giugno a 187  del 6 luglio. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente  del 2 per cento, dato che il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 1.676 del 29 giugno a 1.271 del 6 luglio.