Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Denise Pipitone, "speravo nel buonsenso, invece solo ipocrisia". A chi si riferisce Piera Maggio?

  • a
  • a
  • a

 

Sui social, Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, la bambina scomparsa l'1 settembre 2004 da Mazara del Vallo, continua a condividere frasi e attacchi lasciando sempre un alone di mistero su chi sia il destinatario dei suoi post.  "Chi è bravo ad inventare scuse difficilmente è bravo in qualcos'altro". E ancora: "Speravo nel buonsenso e invece solo ipocrisia... Ognuno ha una sua coscienza" le frasi scritte sul proprio profilo Facebook ufficiale proprio poco dopo la fine della puntata di Quarto Grado andata in onda ieri venerdì 2 luglio.

 

 

Una puntata in cui il programma condotto da Gianluigi Nuzzi ha mandato in onda, venerdì 2 luglio, anche un documento con le dichiarazioni di Tony Pipitone, ex marito di Piera Maggio, madre di Denise (il padre naturale è Pietro Pulizzi). Un documento in cui svela la volontà di vivere in Toscana poco prima che sparisse proprio la piccola Denise l'1 settembre 2004. Piera Maggio con il suo post si riferisce proprio a Tony Pipitone con cui negli ultimi giorni non sono mancate le polemiche ("via per 7 anni, del figlio se ne è occupato Pulizzi"), oppure continua il braccio di ferro con Quarto Grado (Piera Maggio ha intimato la trasmissione di Rete4 a non occuparsi del caso della figlia). Resta un mistero.

 

 

Di certo tra Piera Maggio e Quarto Grado non corre buon feeling considerato che, sempre su Facebook, alcuni giorni fa la mamma di Denise aveva ribadito che le segnalazioni di presunti avvistamenti o eventi legati alla scomparsa di Denise devono essere fatte nelle sedi opportune. E quindi non in contesti non autorizzati. Parole che hanno soltanto acuito la tensione tra Quarto Grado e Piera Maggio. Che nella notte appena trascorso ha scritto un altro post al veleno su Facebook.