Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alex Zanardi, le speranze della moglie: "Non parla ma comunica con noi e ha forza nelle braccia"

  • a
  • a
  • a

E' passato oltre un anno dall'incidente in handbike di Alex Zanardi e continua il suo processo di recupero, ovviamente tra alti e bassi. A fare il punto della situazione, in una intervista alla casa automobilistica della Bmw di cui Alex è brand ambassador, è stata la moglie Daniela. "Alex è in una condizione stabile, che significa che è in grado di affrontare un programma di terapia sia neurologico che fisico - ha sottolineato la donna -. Riesce a comunicare con noi, ma non è ancora in grado di parlare. Dopo molto tempo in coma, le corde vocali hanno bisogno di recuperare la loro elasticità. Questo è possibile solo con esercizio e terapia. Ha ancora molta forza nelle braccia e nelle mani e si allena duramente con le attrezzature".

 

 

Il 54enne bolognese, dopo numerosi interventi neurochirurgici e un lungo periodo di coma, è adesso in una condizione stabile. L'ex pilota di Formula 1 è attualmente ricoverato in una clinica specializzata dove, sotto il controllo di un equipe medica, sta seguendo un complesso programma di riabilitazione che prevede sia stimoli multimodali che farmacologici.

 

 

Ora riesce a comunicare con i familiari e i medici, anche se, a causa dell'atrofizzazione delle corde vocali dovuta al coma, ancora non è in grado di parlare. Insomma, c'è ancora da lavorare per lui, ma il processo di recupero offre spunti di ottimismo.

 

Le condizioni di Zanardi restano quindi sotto il controllo di medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti per cercare di facilitare il suo recupero. Tempo fa era stato il figlio dell'ex pilota di Formula 1, Niccolò, a voler dare ai fan di Alex qualche piccola notizia. In quel caso tuttavia il figlio era stato meno speranzoso, diffondendo un quadro senza notizie positive: "Nessuna novità", si era limitato a dire. Ora, grazie alle parole di Daniela, le speranze su Zanardi sembrano essere più concrete.