Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 951 nuovi casi e 30 morti: tasso di positività allo 0,5%

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Leggero aumento per i nuovi casi di Covid in Italia. Sono 951 infatti i positivi al test del Coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Martedì 22 erano stati 835. Sono invece 30 i morti in un giorno, mentre martedì erano state 31, praticamente un dato invariato. Sono stati effettuati 198.031 i tamponi, tra molecolari e antigenici, con tasso di positività pari allo 0,5%. Per quanto riguarda i ricoveri, i pazienti in terapia intensiva sono 344 con un calo di 18 unità rispetto al giorno precedente nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, sempre secondo i dati del bollettino diffuso dal ministero della Salute, sono stati 4 (martedì erano stati 10).

 

 

I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.140, in calo di 149 unità rispetto alle ultime 24 ore. Intanto l'Oms ha reso noto che la variante Delta è già stata identificata in 85 Paesi del mondo e che "presto diventerà dominante". La preoccupazione sta nel fatto che questa nuova variante del virus è molto più trasmissibile, circa il 60 per cento in più di quella inglese, che lo era del 35 per cento in più di quella tradizionale. E si teme che proprio questa "ultima" variante possa essere protagonista di una "quarta ondata". 

 

 

L’agenzia Onu per la salute ha acceso un faro sulle 4 varianti che preoccupano, e si sta ultimamente concentrando in particolare sulla variante Delta che continua ad essere segnalata in nuovi Paesi costantemente, in tutte le regioni dell’Oms, 11 nuovi Stati nelle ultime due settimane si sono aggiunti all’elenco di chi l’ha trovata sul proprio territorio. Per quanto riguarda le altre, la variante Alpha (nuovo nome del mutante scoperto in Gb) resta ancora quella identificata in più Paesi, territori o aree (170), la Beta (stanata originariamente in Sudafrica) in 119, la Gamma (vista per la prima volta in Brasile) in 71 Paesi. Ma con una campagna di vaccinazione a pieno regime le varianti dovrebbero essere tenute sotto controllo.