Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Burioni, polemica contro Enrico Montesano: "Sangue coagulato donato dai vaccinati? Irresponsabile e pericolosa bugia" | Video

  • a
  • a
  • a

"Quanto detto da Enrico Montesano è una irresponsabile e pericolosa bugia che può spingere la gente a non vaccinarsi o a non donare sangue, comportamenti entrambi dannosi per la salute pubblica. È per me un dispiacere vedere un bravo artista comportarsi così". Lo twitta il virologo Roberto Burioni, dell’Università Vita Salute San Raffaele di Milano, dopo il video diventato virale sui social in cui Montesano sostiene che gira in rete la notizia, a lui confermata, che il sangue dei vaccinati si coagula ed è inutilizzabile se donato.

 

 

 

"Non c’è assolutamente nessuna controindicazione alla donazione di sangue da parte di persone vaccinate contro il Covid. Anzi, con il plasma dei vaccinati, ricco di anticorpi, si possono ricavare immunoglobuline utilizzabili sotto forma di farmaci per i pazienti in fase iniziale, o come profilassi. Quindi è una donazione ancora più specifica. Sono assolutamente fake news e l’invito è che tutti vengano a donare il sangue non ascoltando queste scemenze". E' quanto dichiara Giampietro Briola, presidente nazionale di Avis, a proposito delle false notizie relative a una presunta impossibilità di donare il sangue per chi è stato vaccinato. L’attore Enrico 
Montesano su Facebook aveva detto di "aver saputo da una fonte dell’Avis che il sangue dei donatori si è coagulato e pertanto le sacche sono state eliminate". Per quanto riguarda le donazioni durante la pandemia, spiega, "abbiamo avuto qualche difficoltà all’inizio poi risolta perché abbiamo riorganizzato il sistema. Lo scorso anno abbiamo avuto un calo del 2 per cento del plasma e del 6 per cento delle donazioni, ma anche l’attività ospedaliera si era ridotta e quindi c’è stato un minor fabbisogno. Di fatto, i donatori hanno risposto molto bene", ha concluso Briola.