Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mascherine all'aperto, lunedì decisione. Salvini: "Grazie Draghi per aver chiesto parere al Cts"

  • a
  • a
  • a

Mascherine all'aperto, si decide subito. Si dovrebbe tenere la prossima settimana, presumibilmente già lunedì a quanto apprende l’Adnkronos Salute, la riunione del Comitato tecnico scientifico sull’utilizzo delle mascherine all’aperto. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha infatti inviato oggi una richiesta di parere formale al Cts per l’emergenza Covid sulle modalità e i termini della permanenza dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. 

 

 

 

"Spero che il via libera per togliere le mascherine all’aperto arrivi il prima possibile, perchè non ce la si fa più. Se tutta Europa sta dicendo almeno all’aperto torniamo a respirare, sorridere, lavorare in serenità, io penso che l’Italia debba fare altrettanto", ha detto  il leader della Lega, Matteo Salvini, prima dell’inizio della manifestazione del Carroccio a Roma. "Ringrazio Draghi che ha chiesto un parere al Cts e spero che questo parere arrivi il prima possibile", ha aggiunto.

 "Grazie all’accelerazione della campagna vaccinale dobbiamo riaprire il paese il prima possibile. Mi auguro che a breve toglieremo l’obbligo delle mascherine all’aperto, finalmente con il Green Pass potremmo viaggiare all’estero e attrarre turisti nel nostro Paese". "Invito tutti i nostri concittadini a viaggiare in Italia, siamo il paese più bello del mondo, grazie al turismo possiamo far ripartire le imprese e i lavoratori", ha dichiarato al proposito  il deputato del M5s Michele Gubitosa ospite a Settegiorni su Rai1.

 

 

 

Con l’arrivo di Mario Draghi alla Presidenza del Consiglio è evidente che "c’è stato un cambio di passo", ha detto la ministra per il Sud e la coesione territoriale a Sky tg24. "Siamo stati tra i primi Paesi in Ue a presentare il Pnrr ed è stata impressa un’accelerazione importante alla campagna vaccinale - ha spiegato -. L’importante è fare il nostro lavoro e farlo bene». Quanto alla proroga dello stato di emergenza e all’uso delle  mascherine, secondo Carfagna "non devono diventare un problema politico".