Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, "Ci lasciate sempre fuori dalla porta". Giletti contro Speranza per l'accredito "scomparso"

  • a
  • a
  • a

E' l'ultima puntata della stagione di Non è l'Arena questa di domenica 13 giugno ed è anche l'ultimo "scontro" a distanza fra Massimo Giletti e il ministro alla Salute Roberto Speranza.

 

 

Il conduttore della trasmissione della domenica La7, sostiene che il ministro della Salute Roberto Speranza avrebbe messo alla porta un'inviata del programma non permettendole di partecipare a una sua conferenza. "Come ogni settimana abbiamo invitato il ministro Speranza ma anche questa volta non ci siamo riusciti. Poi si è aperta una finestra. E' stata convocata una conferenza stampa sul caso della giovane ligure morta dopo il vaccino di AstraZeneca, abbiamo provato ad accreditarci e ci hanno dato l’ok", ha detto Giletti in diretta tv in apertura di trasmissione di prima serata.

Andando avanti col racconto, però, Giletti ha spiegato che una volta arrivata alla conferenza la troupe è stata respinta: "E' successo qualcosa di strano", ha aggiunto. E poi ha mandato in onda il filmato in cui l’inviata del programma viene rifiutata all’ingresso.

 

 

Motivo? L'accredito è "scomparso".  Gli organizzatori dell'evento dicono alla giornalista che non ha l’accredito, ma lei è pronta ad esibirlo e fa vedere loro la mail di conferma. Gli addetti  le spiegano che in realtà avrebbe dovuto ricevere una telefonata di conferma. “Mi sembra una cosa folle, ci lasciate sempre fuori dalla porta”, replica la giornalista, che si è sentita rispondere: “Ci spiace ma è così”.


Fine del video, Giletti torna in studio e chiosa. "In una democrazia impedire alla stampa di fare domande è una cosa gravissima. Un politico deve sempre rispondere alle domande, soprattutto a quelle più scomode. Capisco che per Speranza è meglio andare nelle altre trasmissioni, però si ricordi che noi non molleremo mai", è la conclusione del conduttore.