Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 65 morti e 1.273 nuovi casi: è il dato più basso dal 15 settembre

  • a
  • a
  • a

Nelle ultime 24 ore in Italia ci sono stati 1.273 casi e 65 decessi secondo il bollettino di oggi, lunedì 7 giugno 2021, emanato dal Ministero della Salute. Scendono quindi i nuovi positivi rispetto a ieri ma soprattutto rispetto ai 1.820 di lunedì scorso. Si tratta del dato più basso addirittura dal 15 settembre 2020, quando si era alla vigilia dell'impennata che avrebbe portato alla seconda ondata.

 

 

I tamponi, in netto calo come ogni lunedì, sono 84.567 (65 mila meno di ieri), ma il tasso di positività rimane stabile all'1,5%. I decessi sono 65 (ieri 51), per un totale di 126.588 vittime dall'inizio dell'epidemia. Ancora in discesa i ricoveri: le terapie intensive sono 15 in meno (ieri -14) con 25 ingressi del giorno, e calano a 759, mentre i ricoveri ordinari sono 53 in meno (ieri -230), 4.910 in tutto. 

 

 

Intanto è prevedibile che "si potrà arrivare a vaccinare contro il Covid anche i bambini dai 6 mesi in su. Questo sarà possibile perché studi su questa fascia d’età si stanno facendo o programmando, a seconda dei vaccini e dei Paesi. Penso, però, che si dovrà aspettare la primavera dell’anno prossimo per avere un pò di dati. E anche per avere le dosi disponibili da distribuire a tutti i bambini così piccoli. Credo che un anno sia una stima ragionevole" spiega  Chiara Azzari immunologa e docente di Pediatria all’università di Firenze, all'Adnkronos. "I ragazzi tra 12 e 15 anni, per i quali il vaccino è ormai approvato - continua l’immunologa pediatra - ci hanno già dimostrato che la risposta immunologica è perfino superiore a quella di quelli più grandi, ovvero degli adolescenti e dei giovani adulti da 16 a 25 anni. E anche degli adulti e degli anziani. Il vaccino è in grado di determinare, in tutti, una sieroconversione e un’efficacia protettiva. Partendo da questi presupposti, e dai risultati preliminari degli studi che tutto il mondo ha in corso, pensiamo che l’efficacia e l’immugenicità anche nei bambini più piccoli sarà altrettanto eccellente".