Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Formigoni e Giletti, lite sui vitalizi: "Un condannato per corruzione non dovrebbe prenderlo" | Video

  • a
  • a
  • a

L'ex presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, è intervenuto a La7 durante la puntata di Non è L'Arena di domenica 6 giugno, condotta come sempre da Massimo Giletti. Formigoni ha parlato del suo vitalizio, che continua a ricevere nonostante la sentenza di condanna per corruzione. "Ci sono due sentenze della magistratura che stabiliscono che quella che mi deve essere restituita è la mia pensione - ha sottolineato l'ex presidente della Lombardia -. Sono soldi miei che derivano integralmente da fondi che ho versato mese dopo mese alla Camera dei deputati o al Senato".

 

 

Formigoni ha quindi proseguito: "I cittadini italiani - ha aggiunto - possono stare tranquilli perché non sottraggo loro neanche un euro. Sono soldi miei che mi vengono restituiti sulla base di due sentenze. Chiedo se queste sentenze valgono almeno allo stesso modo di quella che mi ha condannato. Ai cittadini - ha concluso - non chiedo nulla, non mi devono nulla. Chiedo di vivere con i miei soldi, lo Stato non me li rubi". A questo punto Giletti è letteralmente sbottato: "Un politico condannato per corruzione non dovrebbe ricevere questi soldi, è un problema di morale", le parole del giornalista.

 

Lo scontro tra Formigoni e Giletti sui vitalizi

 

Ma Formigoni ha continuato: "In un Paese democratico è la legge che deve funzionare e quei soldi mi spettano per legge, studi Giletti! - ha tuonato il politico - per fortuna non siamo né sotto il nazismo né sotto lo stalinismo". "Una legge che vi fate voi, la morale l'avete persa", la replica ancora di Giletti. "So che le dispiace, ma questa è la legge", ha ribadito Formigoni. Insomma, un autentico scontro totale sulla questione vitalizi, con gli altri ospiti coinvolti (Luca Telese in studio, Peter Gomez in collegamento) che non sono riusciti a intervenire o a interrompere almeno per un attimo la discussione tra i due.